proposta obbligatorieta` abuse@<nomedominio.it>

Ettore Panella box a STARNET.IT
Lun 26 Ago 2002 21:06:53 CEST


Carissimi
onestamente io preferirei (proprio per una certa conoscenza degli uffici
pubblici) che un abusi a gov.it (perche' usare sempre l'inglese :-)))
sia gestito da un ufficio  preposto unico per tutti perche' questo da
maggiori garanzie. Immaginatevi l'impatto di un fax dal ministero con
l'imperativo categorico di rimuovere un problema ed invece l'impatto della
mail di quello sfigato di ettore panella che segnala un problema.
Secondo me non c'e' paragone.


> Emilio Brambilla wrote:
>>
>> ciao,
>> On Mon, 26 Aug 2002, Control C wrote:
>>
>> > Marco, vediamo di chiarirci con un esempio concreto: al *Governo*
>> > fanno capo diversi istituti. Ad esempio la solidarieta'
>> > internazionale che ha i suoi organigrammi, il suo ufficio stampa, i
>> > suoi capoccia, vice e funzionari, il suo bilancio, i suoi miliardi,
>> > e che magari edita in *sostanziale* delega ed autonomia:
>> > *solidarieta.gov.it*.
>> ok, ma la stessa cosa puo` avvenire con QUALSIASI dominio, non solo
>> con gov.it (dopotutto non e` scritto da nessuna parte che e` vietato
>> delegare ad altri dei sottodomini, se non per domini che ricalcano
>> nomi di gtld) e
>
> *gov.it* stava proprio in:
> Tabella 2.2 - Nomi Riservati di Utilizzo Generale: gTLD ...
>
> A me va bene  che il delegato del governo [Stanca]  *accrediti* i
> propri rami - che - proprio per la loro obbiettiva dimensione,
> funzionale autonomia [e pure per esemplare pubblica responsabilita'] -
> dovrebbero essere statutariamente *in prima linea* nel dotarsi di
> abuse@ proprio. Tutto qua.
>
>> [zip]
>
>> >
>> > Beh, insomma, io preferirei che, proprio per un motivo mooolto
>> > pratico, avesse il *proprio* abuse a . Che dici?
>>
>> dico che, secondo me, e` auspicabile avere un abuse per ogni
>> sottodominio di gov.it (come lo ritengo utile per ogni sottodominio in
>> genere, se sub-delegato a soggetti diversi dal dominio principale), ma
>> che non ritengo corretto, e nemmeno utile, scriverlo nelle regole di
>> naming
>>
>
> Non ne sono cosi' sicuro. Prova a pensarci: se domani si decide,
>solidalmente con gli Uffici preposti alla Istruzione pubblica, di
> generare la ramificazione di *edu.it* non sarebbe il caso di normare
> anche formalmente il vincolo della dotazione di *abuse@* per ogni
> Istituto ... ?
>
> Ciao Emilio [comunque hai aperto una bella partita in lista!]
>
> Giorgio Giunchi



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe