proposta obbligatorieta` abuse@<nomedominio.it>

Control C master a CHIARI.NET
Mar 27 Ago 2002 10:32:26 CEST


I recenti post di Ariosto:
http://www.nic.it/cgi-bin/wa?A2=ind0208&L=ita-pe&O=D&P=41244
Viscuso:
http://www.nic.it/cgi-bin/wa?A2=ind0208&L=ita-pe&O=D&P=40427
e Bruschi
http://www.nic.it/cgi-bin/wa?A2=ind0208&L=ita-pe&O=A&P=39796
http://www.nic.it/cgi-bin/wa?A2=ind0208&L=ita-pe&O=A&P=40777

fanno implicitamente emergere a fuoco un ALTRO grumo di problemi. Quanti
utenti sono effettivamente in grado di correttamente segnalare l' abuso?
Quanti fra una qualche milionata di titolari italiani di casella di
posta elettronica, quanti fra i settecentomila titolari di nome a
dominio .it?

E dove sta un archivio centralizzato degli abusi? E dov'e' scritta la
policy per la gestione degli abusi? [ vedi la disarmata testimonianza di
Notaro:
http://www.nic.it/cgi-bin/wa?A2=ind0208&L=ita-pe&O=A&P=39028 ]

Oggi  una realta' ancor diffusa e' fatta  dal giro delle bufale ben
documentate in
http://www.arcetri.astro.it./CC/virus/mail-virus.html - e da una barcata
di spam artigianale ingenuo firmato.

C'e' bisogno di un servizio c*e*n*t*r*a*l*i*z*z*a*t*o di cultura,
supporto, archivio e gestione.

Rimane mia opinione che si debba mettere intorno ad un tavolo il Nic
assieme a:
http://security.fi.infn.it/
http://www.cert.garr.it

C'e' bisogno di UNA limpida interfaccia per gli utenti; spiace, lo dico
spassionatamente, che nello stesso giorno siano stati bruciati per
eventuali servizi di comunita' *abuse.it* e *blacklist.it*.

Giorgio Giunchi



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe