proposta obbligatorieta` abuse@<nomedominio.it>

Elio Tondo elio a XTREME.IT
Mar 27 Ago 2002 19:06:06 CEST


From: "Marco d'Itri" <md a LINUX.IT>

>  >per cui la casella abuse se ci deve essere deve esser risolta
>  >(ricevuta) dal MNT ,per tutela dell'utenza per i motivi da te indicati,
ma
>  >soprattutto per nostra tutela.
> No, non ha senso. Un maintainer non può fare da abuse desk per tutti i
> propri clienti. Il caso dell'assegnatario di un dominio direttamente
> responsabile di spamming può essere risolto con le normali procedure di
> escalation.

Esatto. E mi sembra che si stia facendo un po' troppa confusione tra i ruoli
dei vari operatori, attribuendo al MNT responsabilità che non sono sue, in
nessun caso, a meno che non ricopra contestualmente il ruolo di ISP o
fornitore di connettività. Non dimentichiamoci che la figura del MNT non
esiste per le registrazioni dei gTLD più noti ed (ab)usati (.com in testa),
ed è stato praticamente reso obbligatorio per il ccTLD .it per "alleviare"
il lavoro della RA che altrimenti avrebbe dovuto interagire con utenti
finali spesso inesperti (o almeno questa mi pare sia la motivazione
"ufficiale"...). La funzione di MNT è al limite (quando il cliente ha tutte
le risorse tecniche in casa) solo amministrativa, quindi non ha senso
imporgli oneri di controllo, soprattutto in un caso come quello del ccTLD
.it in cui è obbligatorio, per chi chiede la registrazione di un dominio,
firmare una LAR in cui, appunto, assume in prima persona la responsabilità
del suo uso (e quindi delle risorse tecniche ad esso associate).

Facciamo un esempio semplice semplice, ma reale. Un mio cliente ha linea
dedicata affittata dal fornitore X, ed in casa un suo server con DNS, SMTP,
HTTP e quant'altro gli serve. Io ho curato una tantum la registrazione del
suo dominio e per questo gli fatturo qualche spicciolo in più quando
annualmente pago il canone di registrazione alla RA. Nessuna risorsa tecnica
che lui utilizza fa capo a me. Per quale motivo dovrebbe arrivare a me la
mail abuse@ dominio del cliente?

Se poi vogliamo dire che il ciente è mediamente inesperto di cose tecniche e
quindi è meglio, in caso di abusi, che sia un tecnico a ricevere le
segnalazioni, posso essere anche concettualmente d'accordo, ma da questo a
farne un obbligo ce ne passa...

Elio Tondo
XTREME-MNT

p.s.: anche a me fa piacere che finalmente si riparli di questioni tecniche
in lista...



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe