Collana di perle

Patrizio Menchetti patrizio.menchetti a MENCHLAW.COM
Gio 29 Ago 2002 12:26:45 CEST


> Date:    Wed, 28 Aug 2002 15:00:08 +0000
> From:    Maurizio Codogno <puntomaupunto a TIN.IT>
> Subject: Re: Nomi geografici riservati
>
> >From: Emilio Brambilla <emilio a inet.it>
>
> >se invece il comune XYZ non fosse capoluogo di provincia e il dominio
> >xyz.it fosse occupato da qualcuno che non sia la xyz spa o comunque
> >non avente qualche diritto sul nome (acquisito tramite marchi
> >depositati o tramite utilizzo prolungato) IMMAGINO che il comune
> >avrebbe ottime probabilita` nella riuscita della procedura di
> >riassegnazione
>
> e perche` mai?
> anche ammesso e non concesso che il nome del comune sia assimilabile a
> un marchio, perche` mai io non potrei creare "il portale di
> cortaccia-sulla-strada-del-vino-kurtasch-an-der-weinstrasse" e offrire
> servizi vari per le attivita` commerciali del posto? Dove sarebbe la
> malafede, sempre naturalmente che si capisca chiaramente che quello
> NON e` il sito del comune di cui sopra?
>
> ciao, .mau.

Non ci sono solo i marchi. Mai sentito parlare della tutela del
diritto al nome? E' l'art. 7 del codice civile, e vale anche per gli
enti pubblici per le loro denominazioni. Per quanto riguarda le
strade del vino, le denominazioni dei vari itinerari sono normalmente

protette e definite da norme regionali, quindi siamo punto e daccapo.

Per la malafede, se dalle argomentazioni del ricorrente risultasse
che si offrano servizi vari profittando del fatto che il consumatore

accede al dominio in questione cercando i servizi comunali non vedo
perche' non si debba riassegnare. Su questo, e sul fatto che
ovviamente la tutela si estende al nome inteso in senso civilistico e

non solo al nome e cognome concordo pienamente con il collega Del
Ninno.


> Date:    Wed, 28 Aug 2002 18:44:39 +0200
> From:    Ettore Panella <box a STARNET.IT>
> Subject: Re: Risposta: Re: Nomi geografici riservati
>
> Proprio per evitare i problemi citati le amministrazioni dello stato
> saranno poste sotto il gov.it che per (saggia) decisione e volonta'
> del governo saranno i soli domini che univocamente certificheranno la
> presenza di un sito istituzionale.

Peccato che i comuni non facciano parte delle amministrazioni dello
stato, che sono solo quelle centrali e non gli enti locali. Questo,
se qualcuno l'ha letta quando e' stata postata in lista, era
sensatamente scritto nella comunicazione del ministro Stanca, dove
per il .gov ci si riferiva solo alle amministrazioni centrali dello
stato.



------------------------------------------------
Patrizio Menchetti
Avvocato
patrizio.menchetti a menchlaw.com
PGP public key available at http://www.menchlaw.it
Questo messaggio puo' contenere informazioni confidenziali e/o
coperte dal segreto professionale. L'utilizzazione, la riproduzione
e la diffusione del presente messaggio o di qualsiasi informazione
ivi
contenuta sono consentite esclusivamente al legittimo destinatario o
a terzi autorizzati a ricevere per conto del legittimo destinatario.
Se il messaggio e' stato ricevuto per errore, il ricevente e' pregato
di
avvisare per e-mail all'indirizzo info a menchlaw.it e di cancellarlo.
Grazie in anticipo.
This message contains information which may be confidential and/or
privileged. Unless you are the addressee (or authorized to receive
for
the addressee), you may not use, copy or disclose to anyone the
message or any information contained in the message. If you have
received the message in error, please advise the sender by reply
e-mail to info a menchlaw.it, and delete the message. Many thanks.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe