R: Map, contro-map ed onerosita' + nota a R.Roversi.

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Gio 29 Ago 2002 15:01:37 CEST


On 29 Aug 2002 at 12:27, Ettore Panella wrote:
> > At 15.49 28/08/02 +0200, Riccardo Roversi wrote:
> >>...
> >>Altrimenti per quale motivo CRDD (che Ŕ tra gli enti pi¨ cari)
> >>raccoglie decine di procedure contro le quattro (ma in realtÓ le
> >>due) dello Studio Tonucci ? ...
> >
> > GiÓ, sarebbe interessante sapere quali siano i criteri di scelta
> > dell'EC da parte dei ricorrenti... nessuno ha mai indagato?
> >
> >>-----Messaggio originale-----
> >>Da: Griffini Giorgio [mailto:grunz a tin.it]
> >>Inviato: martedý 27 agosto 2002 23.54
> >>A: ITA-PE a NIC.IT
> >>Oggetto: Map, contro-map ed onerosita' + nota a R.Roversi.
> >>
> >>...
> >>Io sono personalmente convinto che la selezione 'ripartita' aumenti
> >>considerevolmente la credibilita' del sistema MAP perche' rimuove il
> >>timore e le pregiudiziali in una contesa in cui una singola parti
> >>sceglie e paga colui che poi gestira' il giudizio della contesa in
> >>questione.
> >
> > Non sono affatto d'accordo: il sistema della contro-MAP con EC
> > scelto e pagato dall'ex-resistente (peraltro implicito nelle attuali
> > regole, che impediscono una pluralitÓ di procedure contemporanee ma
> > non impediscono affatto un susseguirsi di MAP sullo stesso dominio
> > in tempi diversi, anche se non mi pare che finora sia mai successo)
> > garantisce di pi¨. Se il resistente pensa davvero di aver perso la
> > MAP solo perchŔ l'aveva pagata il ricorrente, ha la possibilitÓ di
> > annullarne l'effetto con una contro-MAP pagata da lui: se Ŕ vero che
> > chi paga vince, il resistente diventato ricorrente riavrÓ il suo
> > dominio...
>
> il sistema della contromap deve servire nei casi in cui il saggio e'
> stato molto partigiano (a giudizio dell'ex resistente) o in cui i
> documenti non sono arrivati in tempo. deve secondo me essere una
> possibilita' di sanare eventuali errori o magagne. Una nuova map da
> parte del resistente non servirebbe a nulla perche' non e' verificata
> la condizione della malafede a meno che il primo saggio non si sia
> lanciato in interpretazioni da santa inquisizione.

La contromap non puo' esistere per ovvie e facilmente intuibili
ragioni pratiche e legali.
Se il saggio e' stato negligente, a differenza del Giudice ordinario,
puo' essere citato per danni se ha agito con dolo c'e' il codice
penale.
Saluti.

alessandro nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe