Richiesta formale da parte della Naming Authority Italiana

Ignazio Guerrieri guelex a TIN.IT
Mar 3 Dic 2002 11:08:10 CET


> Lo IIT-RA rinnova il suo apprezzamento per il lavoro svolto dalla NA,
> cui peraltro ha contribuito, pur non nascondendo le difficolta' per
> le quali ha in talune occasioni sofferto.
> Durante l'incontro annuale con i provider/maintainer, incontro cui
> eri anche tu presente, e' di nuovo emerso il problema del rapporto
> tra il registro e le regole di naming. In particolare e' emerso
> nuovamente il fatto che la RA si trova ad operare sulla base di una
> regolamentazione sulla quale puo' incidere soltanto marginalmente,
> mentre ha la piena responsabilita' delle azioni derivanti
> dall'applicazione delle regole stesse.

Egregio Professore, mi perdoni, ma questo e' il dramma di tutti i comuni
mortali: trovarsi ad operare in una societa' in cui le leggi vengono decise
dall'alto, e dover ugualmente rispondere delle proprie azioni. Verrebbe da
dire: cosi' e' la vita... :-)
Per inciso, e' una mia opinione personale, forse bizzarra, ma francamente mi
sembra un po' riduttivo affermare che finora la RA abbia influito soltanto
"marginalmente" nella stesura delle regole di naming.

> Il registro vuole superare questi problemi adottando una nuova
> modalita' di definizione e approvazione delle regole di naming.
> Per dare seguito a quanto sopra il registro intende creare un
> organismo che abbia il compito di formulare, al di sopra delle parti
> e nell'interesse dell'Internet nazionale, le regole e procedure di
> naming del ccTLD "it". All'interno di questo organismo dovranno
> certamente trovare spazio le istanze dei MNT, della LIC italiana e
> quelle governative.
> Il registro ritiene inoltre opportuno non vanificare l'esperienza fin
> qui maturata nel ccTLD "it" attingendo alle competenze e conoscenze
> presenti oggi nell'ambiente Internet italiano, assicurando una
> efficace rappresentativita' nella fase di definizione delle regole e
> procedure di naming.
>
"il registro vuole", "il registro intende creare", "il registro ritiene
opportuno"...
ma non c'era un tavolo dei domini coordinato in ambito ministeriale?
devo quindi pensare che anche i rappresentanti del ministero siano d'accordo
con una simile impostazione verticistica, nella quale magnanimamente "il
registro" concede "spazio" alle "istanze dei MNT, della LIC italiana e
(bonta' sua) quelle governative"?
oppure "il registro" vuole forse allargarsi un po' troppo?
c'e' di che restare sconcertati...
saluti
IG


===========================
Avv. Ignazio Guerrieri
Via Giovanni Nicotera, 29
00195 - ROMA
Tel. 06.3217708 - Fax 06.3223335
E-mail: guelex a tin.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe