R: Verbale 31a riunione del Comitato Esecutivo della Naming Authority Italiana

Riccardo Roversi rroversi a SLA.IT
Gio 5 Dic 2002 11:33:58 CET


Anche se NA fosse una società e il CE un consiglio di amministrazione, non credo che potrebbe assumere - senza consultare i soci - una decisione relativa ad un documento dal cui contenuto dipende l'esistenza della società stessa.

Detto in altre parole, il consiglio di amministrazione non può deliberare la messa in liquidazione, la trasformazione, la fusione o la scissione della società.

Non ricordo più se nell'attuale CE ci sono anche degli avvocati, ma - se così fosse - mi chiedo se hanno mai valutato il rischio che, a un certo punto, qualche socio si rompa davvero le scatole e proponga una bella azione di responsabilità nei confronti del CE.




---------------------------------------

Riccardo Roversi

Abbatescianni e Associati - Milano

Tel +390254131748 - Fax +390254131706

Mobile +393356962583

www.sla.it


-----Messaggio originale-----
Da: Vittorio Bertola [mailto:vb a bertola.eu.org]
Inviato: giovedì 5 dicembre 2002 11.25
A: Andrea Mazzucchi
Cc: Assembly of the Italian Naming Authority
Oggetto: Re: Verbale 31a riunione del Comitato Esecutivo della Naming Authority Italiana

On Wed, 4 Dec 2002 18:53:13 +0100, you wrote:

>>Grazie molte, ma, giusto cosi' per curiosita', non e' che prima di
>>inviare una proposta ufficiale della NA alla RA sulla formalizzazione
>>dei rapporti reciproci la si poteva discutere in lista?
>
>Scusa Vittorio, ma solo per dovere, dire "definita una bozza di MoU"
>e' diverso da dire "approvato e votato un documento ufficiale".
>Non ho nessuna simpatia per le sedute a porte chiuse e men che meno
>mi piace passare per carbonaro.
>Semplicemente, poiche' Daniele, come e' noto, non era alla riunione,
>mi pare quantomeno utile, dopo aver constatato che c'e'
>disponibilita' in tal senso, completare la bozza su cui discutere in
>base anche alle osservazioni di RA.
>La cosa peraltro prende spunto anche da una giusta osservazione piu'
>volte manifestata proprio in lista.
>Non stiamo certamente parlando di una proposta ufficiale presentata
>dalla NA alla RA, ci mancherebbe altro...

Scusa, ma un documento approvato dal massimo organo decisionale
dell'associazione e inviato come tale al rappresentante di una
controparte non ti sembra una proposta ufficiale?

Ma anche se fosse, il Consiglio di una associazione non e' il CdA di
una azienda. Esso viene eletto per semplificare la gestione, e come
tale esso deve agire in modo da riflettere la volonta' dei soci,
cercando di capirne l'opinione prevalente, particolarmente su
questioni del tutto straordinarie (qui stiamo parlando addirittura
dell'esistenza stessa dell'associazione...). Ne' il CE, ne' il
Presidente hanno una delega in bianco a trattare con la RA una
qualsiasi soluzione del problema, mantenendo completamente all'oscuro
l'assemblea; devono invece adoperarsi per fare da tramite tra
l'assemblea e le controparti, mantenendola aggiornata sullo stato
delle discussioni e raccogliendo i commenti e le opinioni dei soci
prima di stringere qualsiasi accordo con una terza parte. (Questo se
non altro perche' le modifiche allo statuto devono essere approvate
dall'assemblea, quindi se la dirigenza prendesse accordi che
l'assemblea poi non sottoscrive sputtanerebbe completamente la
credibilita' dell'associazione, cosa che peraltro mi sembra sia gia'
stata fatta ampiamente.)

Ricordo anche che durante l'ultima assemblea questa critica fu
espressa in modo forte da molti e che il Presidente si impegno' a
cambiare rotta rispetto al passato, a mantenere la lista informata
sullo stato delle trattative, e ad adottare totale trasparenza.
Naturalmente queste promesse sono durate lo spazio di un pomeriggio -
giusto il tempo di farsi rieleggere.

A questo punto rinnovo la richiesta (fatta anche da altri) di vedere
questa bozza sulla lista.
Grazie,
--
vb.            [Vittorio Bertola - v.bertola [a] bertola.eu.org]<---
-------------------> http://bertola.eu.org/ <-----------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe