dal Tavolo dei Domini, articoli per la discussione.

Vittorio Bertola vb a BERTOLA.EU.ORG
Lun 9 Dic 2002 12:09:09 CET


On Sun, 8 Dec 2002 23:32:09 +0100, you wrote:

>Il Consiglio di Amministrazione e' composto da cinque membri, di cui:
>- tre su nomina del Ministro delle Comunicazioni, sentita la Presidenza
>del Consiglio dei Ministri e il Ministero della Ricerca;
>- il Presidente del Comitato Tecnico;
>- un eletto dal Comitato Tecnico.

In pratica stiamo parlando di una "nazionalizzazione" del registro -
cosa che in verita' avviene anche con la mossa unilaterale della RA,
che e' pur sempre un ente pubblico.

Perdipiu' anche i componenti di minoranza

>Il CdA ha 3 membri nominati "dall'alto", ma costoro devono prima di tutto
>avere requisiti ben precisi di competenza e professionalita' nel campo
>delle reti, inoltre sono nominati sentiti presidenza del Consiglio e
>MIUR, quindi sentendo la componente di Ricerca ed Universitaria.

Secondo me, in un organismo che deve regolamentare il mercato dei
domini in Italia, la componente universitaria e' importante ma
comunque minoritaria, visto che i due principali attori del mercato
sono l'industria e l'utenza. A me spaventa un po' una fondazione
controllata esclusivamente dal mondo governativo ed accademico.

>I 2
>membri altri provengono dal Comitato Tecnico, dove (vedi dopo) la
>maggioranza e' "dal basso" e cioe' dalla LIC.

Anche questa, scusami, e' una pietosa bugia: nel Comitato Tecnico
(vedi sotto) ci sono 10 rappresentanti di enti pubblici (7 di
ministeri, 2 del "gestore tecnico" che immagino sia ancora lo IIT-CNR,
e uno del GARR) contro sei rappresentanti dei privati (industria ed
utenza - tra l'altro con l'esclusione totale dei liberi
professionisti, tecnici o avvocati che siano); perdipiu', i
rappresentanti dei privati non sono scelti liberamente, ma sono
nominati da associazioni scelte dal Consiglio di Amministrazione, e
quindi dal Governo!

>Il Comitato Tecnico e' composto da 16 membri nominati dal Consiglio di
>Amministrazione sulla base di designazioni effettuate, ai sensi dei commi
>successivi, in numero di:
>_ 2 rappresentanti eletti dai provider/maintainer con un contratto in
>essere per la registrazione di domini nel ccTLD 'it',
>provider/mainteinrer identificati secondo le modalita' determinate dal
>Consiglio di Amministrazione;
>_ 2 rappresentanti delle associazioni di operatori di telecomunicazioni,
>associazioni identificate secondo le modalita' determinate dal Consiglio
>di Amministrazione;
>_ 2 rappresentanti eletti tra le associazioni riconosciute di utenti
>Internet, associazioni identificate secondo le modalita' determinate dal
>Consiglio di Amministrazione;
>_ 2 rappresentanti del gestore tecnico del Registro;
>_ 1 rappresentante della Rete dell'Universita e della Ricerca Scientifica
>Italiana (GARR) ;
>_ 2 rappresentanti del Ministero delle Comunicazioni;
>_ 2 rappresentanti della Presidenza del Consiglio;
>_ 1 rappresentante del Ministero delle Attivita' Produttive;
>_ 1 rappresentante del Ministero degli Interni;
>_ 1 rappresentante del MIUR.

A me sembra che (dopo oltre un anno di trattative segrete) tutto
quello che siamo riusciti ad ottenere e' di trovarci di fronte
all'alternativa tra la dittatura dello IIT-CNR e il governo di un
carrozzone parastatale infarcito di burocrati. Guarda, quasi quasi tra
le due e' persino meglio la prima ipotesi.
--
vb.            [Vittorio Bertola - v.bertola [a] bertola.eu.org]<---
-------------------> http://bertola.eu.org/ <-----------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe