dal Tavolo dei Domini, articoli per la discussione.

Claudio Allocchio Claudio.Allocchio a GARR.IT
Lun 9 Dic 2002 14:32:05 CET


ciao!

> Una cosa che mi piacerebbe sapere da Claudio e' quali margini di
> manovra ci siano in questo momento. A me sembra di capire che, siccome
> la discussione al tavolo dei domini (pur se in modo riservato) e'
> andata avanti per un anno, a questo punto l'alternativa per noi sia
> scegliere se accettare supinamente la presa di posizione della RA
> oppure supportare questo articolato.

L'articolato e' una bozza e come tale serve per raccogliere i
suggerimenti di modifica, etc... e quindi e' per questo che invito a
proporre modifice, aggiunte etc,che si esprpimano anche esse in formadi
"articoli" Ovviamente tutti possono aggiungere anche altri commenti, ma
questi sono piu' difficili poi da "portare al tavolo".

Al tavolo dei domini l'opinione che va per la maggiore e' che si fa "la
scatola fondazione contenitore", cercndo di portre dentro il contributo
di tutto quello che e' stato fatto sinora e tutto quello che in qualche
modo esiste."

 Non credo che sia politicamente
> fattibile che il 20 dicembre Claudio vada li' a dire che l'atto della
> RA e' inaccettabile, ma che non ci piace nemmeno questa bozza e che
> vorremmo (ad esempio) una fondazione si', ma con un CdA e un Comitato
> Tecnico quasi interamente eletti dalle varie costituenti, anziche'
> composti da rappresentanti del governo e rappresentanti di
> associazioni scelte dal governo.

Dire "non ci piace niente" non e' mai un modo costruttivo di discutere e
di arrivare a risultati. Dire invece "pensioamo che su questo punto e su
quest'altro servono delle modifiche, servono delle garanzie supplementari
perche' pensiamo che il CdA debba avere un controllo "dal basso", dire
pensiamo che la lista di associazioni/enti/... vada integrata/modificata
etc... e' fattibile, e sicuramente construttivo.

> > Claudio, tu che dici?

Chead esempio dire "pensiamo che la maggioranza diCdA e Commitato Tecnico
devono essere piu "pesanti" a favode delle parti elette dalla
costituenti" e' una cosa fattibile, specie se unita ad un elenco.

Di sicuro dire "la NA va bene cosi' com'e', non si cambia nulla, non
vogliamo rappresentanti del governo, non vogliamo che la RA faccia da sola"
e' politicamente poco difendibile. Dire proposte per far pesare di piu'
una parte invece di un'altra invece e' la strada che si puo' percorrere.
E' anche ovvio che il 20 ci dovra' obblogatoriamente essere un
chiarimento anche con la RA, visto che al tavolo dei domini c'e' anche
lei, e qui ad esempio, la presenza del Ministero e' sicuramente un
vantaggio perche' di solito si tende a risolvere i problemi in questa
situazione (... ok.. forse il caso FIAT non e' andato proprio cosi'... ma
di solito almeno ci si deve chiarire perche' si fanno certe azioni, cosa
si vuole ottenere etc).

Quindi, appunto datemi una mano con proposte costruttive: non posso
andargli a dire semplicemente "non ci piace" ed alla domanda successiva
"perche' e cosa proponete di modificare?" non rispondere o peggio
rispondere "perche' non ci fidiamo di qualsiasi cosa faccia un ente dove
sono coinvolti politici e ministeriali".

Grazie a tutti,
Claudio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe