I: Consenso: era discussioni in lista

chiari mario chiari.hm a FLASHNET.IT
Mar 17 Dic 2002 12:14:05 CET


non ci capisco pi¨ niente ......
gb non eri a favore della fondazione di carattere privato?
di che istituto pubblico stai parlando?
:-)
mario


At 11.01 17/12/02 +0100, G.Battista Frontera wrote:
>.....se posso aggiungere: operativitÓ con stile privato, ed invece
>tenuta registro, patrimonio pubblico (....abbiamo giÓ dato, noi
>provider, con la privatizzazione "maldestra" della rete telecom, senza
>alcuna garanzia di accesso alle risorse di questa in maniera paritaria,
>ancoraggi se ci fosse bisogno di dirlo!!!!!), SEMPRE ad istituto
>PUBBLICO!
>
>Contro appetiti eccellenti, oggi e domani! ;-)
>
>Ciao.
>Gb
>
>-----Messaggio originale-----
>Da: owner-ita-pe a NIC.IT [mailto:owner-ita-pe a NIC.IT] Per conto di
>Claudio Allocchio
>Inviato: martedý 17 dicembre 2002 10.34
>A: Vittorio Bertola
>Cc: Claudio Allocchio; ITA-PE a NIC.IT
>Oggetto: Re: Consenso: era discussioni in lista
>
>> Quindi: i maintainer firmano i contratti con la fondazione; ICANN
>> ridelega il .it alla fondazione; lo IIT e' semplicemente un fornitore
>> che riceve in appalto la gestione pratica. Ho capito bene?
>
>Questo e' quello che mi sembra di aver capito come ipotesi prima. Si.
>
>> Considera pero' che se lo scenario e' questo, una fondazione pubblica
>> (finito il transitorio) non potra' che fare una gara d'appalto per
>> scegliere il miglior offerente. (Il che secondo me e' una cosa buona.)
>
>E' per quello che NON si vuole fare la persona giudidica di diritto
>pubblico! Altrimenti non c'e' solo questo problema, ma molti altri e
>nessuno vuole tirare in piedi un carrozzone pubbiloco che non
>funzionerebbe mai.
>
>Claudio
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe