Re: R: REGISTRY-MNT considerazioni

l.albertini avv.albertini a LIBERO.IT
Sab 9 Feb 2002 16:22:38 CET


a proposito della creazione di lacci e lacciuoli allo svolgimento di
attività economiche, chi ha tempo si legga -è un suggerimento puramente
culturale, che non implica alcuna mia presa di posizione specifica- il
recente intervento RIFORMA DELLA REGOLAZIONE E PROMOZIONE DELLA
CONCORRENZA dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, cioè
la italica Autorità Antitrust (decisione 20.12.2001, Bollettino 1/2002,
c.d. libro bianco sulla deregulation, leggibile nel sito dell'Autorità
www.agcm.it, lo trovate nella home page, fra le <<novità>>
come "segnalazione su regolazione e concorrenza ").
lorenzo albertini VR

> i francesi li avrebbero chiamati parvenue e mai come oggi mi sono reso
 conto
> di quanto siano nefasti. Comunque ogni categoria al di la' di prove ,
esami
> o altro e' composta da chi fa bene un mestiere , chi cerca di farlo be
ne e
> chi vuole farlo indipendentemente da tutto (compreso la conoscenza dei
> rudimenti). Per cui speriamo in un salto qualitativo di tutta la categ
oria.
>
>
> -----Messaggio Originale-----
> Da: <demaria a webworld.it>
> A: <ita-pe a NIC.IT>
> Data invio: venerdì 8 febbraio 2002 13.29
> Oggetto: Re: REGISTRY-MNT considerazioni
>
>
> On Fri, 8 Feb 2002 furieri a ntc.it wrote:
>
> > Propongo un esame di ammissione per poter far parte della categoria
> > dei "mantainer".
>
> La proposta provocatoria di creare un esame d'entrata centra in pieno
la
> problematica: ovviamente non credo possa essere questa la giusta
> soluzione, ma sarebbe utile una riflessione su come responsabilizzare
> maggiormente chi ha l'incarico di maintainer: verifiche sull'operato,
> corsi *obbligatori* interni, identificazione persone di riferimento,
> etc.
>
> Sarei invece contrario alla ''selezione all'ingresso'', perche' spesso
> questo tipo di filtro si basa su formalita' che non garantiscono la
> preparazione necessaria del singolo (ultracertificazioni, pseudo-
lauree
> in quantistica del bit, etc.): lo sappiamo bene che i guru dell'intern
et
> sono nati quando l'università ignorava l'esistenza dell'http, e si son
o
> fatti le ossa con l'esperienza e non a suon di certificati. Non me ne
> voglia chi, come me, ha pure ''studiato'' ;-)
>
>
> Infine, per terminare degnamente la segnalazione di questa mattina vi
> aggiungo una chicca, questa volta da parte della RERA (li adoro, ma og
gi
> tocca a anche a loro!):
>
> alle 10.16 Francesca (RERA) scrive in lista, in risposta ad un mnt
> estero:
>
> Hi,
> to be deleted from the list, please write a mail at listserv a nic.it an
d
> write in the body of the mail itself "delete registry-mnt".
>
> ---
>
> Alle 10.33 Ilaria (RERA) scrive in lista in risposta ad un mnt italian
o:
>
> Non è possibile essere cancellati dalla lista.
> Cordiali saluti
>
> ---
>
> Sono certo che in giornata tutto verrà chiarito (tramite la lista
> maintainers a nic.it) ma nel frattempo la situazione è quantomeno
> singolare
> :-)
>
>
>
> Saluti
> Luca De Maria
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe