a proposito di Punto Informatico

paolo paolo a DEANDREIS.IT
Lun 11 Feb 2002 10:59:02 CET


Salve Lapo
rispondo ma la finisco qui per non intasare ITA-PE (eventualmente
spostiamoci altrove :)

>>>Purtroppo punto-informatico, che seguo da sempre,  in questi  ultimi
tempi
ha fatto delle scelte d'informazione opinabili.

Eccomi! :)

>>>Oltre alla non-notizia del NIC, nello stesso sommario di oggi segnalo
anche:

La non-notizia suscita un certo interesse visti i protagonisti.
Dal mio punto di vista definirla non-notizia non tiene presente il ruolo
centrale del NIC.
E' naturalmente, e la rivendico come tale :), una mia opinione.


>>>ZDNET ITALIA A PI: DATECI 500 EURO
(autodifesa utilizzando il proprio mezzo, ma a chi interessa?)

Da quel che vedo a molti dei lettori che ci sono affezionati. E
interessa perche' consente a tanti di vedere "come funziona" un mondo
che normalmente non si fa conoscere.
Interessa, credo, quello che accade al primo quotidiano italiano del
settore (perdona l'inevitabile autopromozione) E' nostra antica
abitudine informare i nostri lettori delle nostre vicissitudini.


>>>ACCESSIBILITA', UN SITO SOTTO ANALISI
(pura pubblicità del tipo "redazionale")

Quanti sono i giornali di informatica che si sono occupati di
accessibilita'?
PI online ha dedicato all'argomento decine di articoli, con interviste e
approfondimenti, ritenendo l'argomento di enorme importanza.
E l'analisi di Xsweb, organizzazione non-profit, non so proprio come
possa essere giudicata in questo modo.


>>>Tralascio inoltre la pubblicazione della lettera su Buongiorno, che
sappiamo
avere una lunga storia di contrasti legali e non con l'ex alleato PI.

Hai idea di quante segnalazioni a PI e su Usenet arrivino ancora
relativamente a Buongiorno.it? Meno di un tempo, e' vero, ma non credo
sia un caso che una decina di giorni fa sia stato inserito nella SBL di
Spamhaus.
Abbiamo chiesto in piu' occasioni un intervento pubblico di B! che, per
il momento, si è limitato a farci sapere di non voler rispondere. Trovo
giusto dare spazio a questo argomento (altre info le trovi su
it.news.net-abuse).
Sulla "lunga storia" di contrasti legali c'e' solo da dire che B! ha
chiesto 300 milioni di danni a PI per concorrenza sleale. Non dico altro
perche' la realta' credo sia sotto gli occhi di tutti.
A giorni dovrebbe arrivare la sentenza.


>>>>Da ex giornalista professionista, capisco che possa essere un
problema
economico: il quotidiano è ricco e completo, il che presuppone un
notevole
sforzo e la pubblicità on-line - è noto - paga poco.
A questo proposito, la notizia CONFERMATO, LA PUBBLICITA' ONLINE
FUNZIONA,
sempre di oggi, serve a convincere i potenziali finanziatori? ;-)

Trovi? In effetti uno studio IAB non dovrebbe trovare spazio su PI... ;)
Grazie comunque per il "ricco e completo" che mi inorgoglisce.


>>>Ciononostante, lo leggo sempre volentieri, scremando dal sommario
tutto ciò
che non mi interessa.

Lo faccio anch'io :)
D'altra parte non ho mai trovato un solo organo di informazione che
riesca a "digerire" in ogni sua parte.

Grazie per le tue osservazioni, se vogliamo continuare possiamo farlo in
privato o, se vuoi, anche sul forum "PI: pro e contro" che trovi qui:
http://punto-informatico.com/poc.asp?fid=4 o dove credi.
Cosi' evitiamo di intasare Ita-pe.


Paolo De Andreis

PUNTO INFORMATICO
da sei anni il quotidiano della rete
http://www.punto-informatico.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe