gov.it - motivi e riflessioni

Eusebio Giandomenico e.giandomenico a GORGIA.IT
Mar 12 Feb 2002 23:48:37 CET


At 16:51 +0100 12-02-2002, Paolo Zangheri wrote:
>Innazi tutto sarebbe importante stabilire a quale entitÓ andrebbe
>riservato l'uso del nome gov.it.

sarebbe meglio parlare di *quali* entita'

At 17:39 +0100 12-02-2002, box a starnet.it wrote:
>  Il gov.it resta non
>assegnabile ma la ra concede domini di terza (come per i geografici) solo
>ad enti dello stato o delle varie istituzioni

questo sarebbe piu' aderente alla prassi in uso nel resto della rete

At 19:12 +0100 12-02-2002, Enzo Fogliani wrote:
>"Il Governo della Repubblica Ŕ composto dal presidente del consiglio dei
>ministri e dei ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei
>ministri."

Il dominio ideale sarebbe dunque governodellarepubblica.it

At 22:39 +0100 12-02-2002, Claudio Allocchio wrote:
>Inoltre ricordo che i gov.it, com.it, etc sono "riservati" perche' ci e'
>riservati di tenerli liberi per eventuali utilizzi futuri. 'gov.it' era
>tenuto nel cassetto in caso che appunto l'unico soggetto che in base ad
>un banale ragionamento puo' sembrare aver titolo di richiederlo, appunto
>lo richiedesse.

Scusa Claudio, ma quei domini erano riservati (anche) per lasciare
aperta la possibilita' di adottare il famigerato "modello inglese" in
caso di proliferazione non controllata dei nomi a dominio, prima di
svincolarne uno sarebbe opportuno stabilire una norma generale, se
poi Palazzo Chigi sara' il primo ad avvalersi della nuova norma, non
potremo che apprezzare e sperare che l'esempio sia seguito a ruota
dalle varie strutture gov in balia dei creativi, per poi estendersi
alle edu, org, com etc.

Eusebio Giandomenico



--



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe