gov.it - motivi e riflessioni

Francesco ORLANDO tech a RCART.COM
Mer 13 Feb 2002 00:29:45 CET


----- Original Message -----
From: "Eusebio Giandomenico" <e.giandomenico a GORGIA.IT>
To: <ITA-PE a NIC.IT>
Sent: Tuesday, February 12, 2002 11:48 PM
Subject: Re: gov.it - motivi e riflessioni



| At 17:39 +0100 12-02-2002, box a starnet.it wrote:
| >  Il gov.it resta non
| >assegnabile ma la ra concede domini di terza (come per i geografici) solo
| >ad enti dello stato o delle varie istituzioni
|
| questo sarebbe piu' aderente alla prassi in uso nel resto della rete

mi associo pienamente!

......

e spero che venga previsto anche l'obbligo di avere come nameserver di backup un dns del nic.it....!

mantenendo la gestione del secondo livello, ed il backup del terzo(tanto per non caricarli di lavoro),
.. il NIC italiano potrebbe garantire un "buon utilizzo" del dns ed una "sensata" distribuzione dei domini.

in passato, abbiamo apprezzato alcune discussioni su domini tipo comunedi ed altri nomi "riservati".

la nascita di questo "controverso" gov.it potrebbe, semplicemente, riunire sotto un'unica "ala uniformatrice"
qualcosa che, fino ad oggi, Ŕ stato lasciato alla "fantasia" di molti amministratori locali..... !?!

potrebbe riunire (a livello di DNS soltanto...) tutti i nomi riservati geografici,
registrati e non, per consentire all'utente di raggiungere www.comune.padova.it digitando semplicemente comune.padova.gov.it (oppure pd.gov.it)

gli attuali nomi geografici riservati ma non attivati, saranno automaticamente inoltrati al comune/provincia di livello superiore... (una zona dns delegata ad ogni comune...)

questo consentirÓ di "controllare facilmente" la fonte di pagine non-governative ed eliminare qualsiasi possibilitÓ di "spacciarsi" per siti istituzionali-ufficiali.....

...in un roseo (ed utopistico) futuro, potrebbe essere lo stesso gov (o qualcun altro in delega) ad assegnare il .gov.it
e sarÓ lo stesso assegnatario(utilizzatore) del dominio comune.pd.gov.it
a chiedere la registrazione del relativo comune.pd.it (giÓ autenticato dal gov in persona),
sollevando il NIC da complicate (o immagino che lo siano) autentiche di "chi pu˛ firmare" la LAR, etc.....

...

che ne pensate?

Francesco



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe