un minimo di ordine e ragionevolezza

Paolo Zangheri paolo.zangheri a ALTAIR.IT
Mer 13 Feb 2002 09:40:04 CET


E siccome ci viene riconosciuta autorevolezza, dato che perviene una
richiesta da un Ministro della Repubblica, dobbiamo affossare il sistema
delle norme di naming fin qui costruito e adottare una suddivisione in
SLD per la quale non siamo pronti noi, non è pronta la RA e
probabilmente non è pronta la comunità italiana.

Perchè nonostante il parere di altri, io credo non possa esistere una
gerarchia delle categorie, e che la modifica dello status di gov.it,
proprio perchè gov.it e simile e sovrapponibile a .gov, possa alla lunga
creare notevoli problemi alla struttura del ccTLD .it

Io non credo che una posizione del tipo .gov.it SI .com.it NO sia
sostenibile, e che dare l'impressione di cedere al potere forte di turno
sia gestione ragionevole sensata e competente del presente e del futuro.

Io pregherei quindi il CE di voler analizzare la questione all'interno
dell'intero quadro di riferimento, di voler valutare l'impatto di
un'eventuale abrogazione del principio di esclusione dell'utilizzo dei:
"nomi dei Generic Top Level domain (gTLD)".

Il mio punto non è che dobbiamo negare al governo un dominio su cui
costruire un sistema organico e omogeneo, ma verte sulla pericolosità di
  togliere un mattone in una diga su cui aumenta la pressione.

Per Claudio la categoria "gov" è diversa da "com", per me non esiste una
gerarchia delle categorie e comunque non spetta noi stabilirla.

Potremo eventualmente suggerire al Governo di adottare un nome diverso,
possiamo far presente il problema .gov.it = .com.it e quindi proporre
l'utilizzo di nomi diversi. Dopo tutto non credo sia una questione di
difficoltà nel comunicare un indirizzo o nell'affermare nuovi standard,
parliamo dell'entità che ha usato per anni murst.it :-)

Qunto al tono, pregherei tutti di notare che nell'attuale discussione
non ci sono stati ne attacchi personali, ne flames, ma al più obiezioni
circa circostanze non ben comprese, circa opportunità da cogliere e
sulla visione tattica o strategica da dare alle nostre scelte.

Paolo Zangheri

P.S. Ammetto di aver toppato sulla Costituzione, prego la giuria di non
tener conto del mio messaggio relativo.


Claudio Allocchio wrote:

> "voi avete l'autorevolezza di imporre decisioni, e ve la siete guadagnata
> sul campo dimostrando di saper gestire una evoluzione di una situazione
> che da pochi accademici ha portato alla liberalizzazione del sistema
> della rete. L'autorevolezza la avete guadagnata sul campo, e dovete
> semplicemente confermarla, dimostrando di saper gestire in modo
> ragionevole, sensato e competente anche il presente ed il futuro".
>
> E' la frase testuale del consigliere del Ministro Stanca verso la NA e la RA.
>
> Mi sembra un ottimo principio a cui ispirarci si a per il presente che
> per il futuro.
>
> Buona "autorevolezza" a tutti.
>
> :-)
>
> Claudio Allocchio
>
> PS: mi sembra ovvio che anche la credibilita' di tutti noi dipende
> assolutamente dal comportamento che si tiene, o no? Cerchiamo di essere
> persone logiche, ragionevoli, sensate e sopratutto di non dimostrarci
> capaci solo di inutili flames, attacchi reciproci etc.
>
> :-))
>
> Buon Lavoro
>
>
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe