gov.it - motivi e riflessioni.

MNT-VISCUSO - Vincenzo Viscuso (Viscuoso) enzo a ENZOVISCUSO.IT
Mer 13 Feb 2002 13:28:22 CET


Sono contento di questa discussione su domini di terzo livello.
Quando mesi fa ho tirato in ballo l'argomento sono stato zittito con la frase "zitto tu, il CE ne ha discusso anni fa e la cosa e'
stata definitivamente bocciata".

Abbiamo poi notato l'utilizzo dei domini geografici al di fuori del loro uso istituzionale.
Notando che, in molti paesi, i domini di terzo livello stanno sotto domini di secondo livello ridotti a due lettere, ad es. .co.uk,
alcuni utilizzano i nostri domini geografici a tale scopo.
.co.it dovrebbe essere "Como" e viene utilizzato come ".com.it"
.or.it dovrebbe essere "Oristano" e vale com ".org.il"
Cosi' potremmo trasferire tutto i siti governativi a Gorizia, visto che in alcuni paesi si utilizza il ".go." per il governo (altri
utilizzano il .gov. ed altri il .gv.")

Ultime annotazioni per i piu' pignoli:

E' vero che  in Italia si intende per "governo" solo una parte di istituzioni, ma ".gov "e' corretto per una serie di motivi:
 - prassi internazionale, e quindi maggior facilita' che dall'estero raggiungano i siti governativi italiani
 - "governo" in senso lato include tutti gli organi di governo, anche quelli esecutivi e giudiziari

Siccome siamo in ballo, si istituiscano anche il .mil, .edu. .com, .org, .onlus, (peccato che .srl .sas .spa e .snc siano gia'
occupati ...), etc.
Cosi' diamo piu' spazio alle aziende e agli enti italiani bisognose di nomi a dominio piu' semplici. Magari con la regola che chi ha
gia' il .it non puo' accaparrarsi il .com.it (altrimenti e' tutto inutile).

Penso che, se il governo fa una richiesta importante (e magari urgente), e' opportuno riunire il CE appositamente. Lo e' in ogni
caso, ed in particolar modo in questo momento.

Enzo Viscuso.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe