ma signori...

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Mer 13 Feb 2002 18:10:28 CET


On 13 Feb 2002 at 14:29, Claudio Allocchio wrote:
> vedo che continuate a non voler apire.

Che ci vuoi fare molti di noi si stupiscono se qualcuno non usa la carta per il bagno, se questo vuole dire non capire allora non
abbiamo capito. :-)

> 1) non c'e' nessuna minaccia. la mia domanda e' "vi sembra ragionevole
> che un nome come gov.it lo usi il governo per farsi i sottodomini
> interni e mettere ordine nel caos di nomi che piu' o meno esiste?"

Mi pare che non sia questo il punto ma semplicemente che un CE a fine mandato, decimato nei numeri dalle dimissioni, che non ha
ottemperato (nonostante l'impegno di molti membri dello stesso) alle richieste dell'Assemblea della NA, non possa occuparsi ora di
questa banalita'.
Che la richiesta del Governo sia poi legittima, valida o condivisibile non cambia un fico secco alla realta' delle cose che rendono
questa o qualsiasi altra decisione del CE un "colpo di mano" e nulla piu'.
Anche questo era facile da capire pero' l'abbiamo capito solo noi pare.
Un'altra piccola nota: per quale assurda ragione il Governo Italiano desidera mettere "ordine" nei nomi a dominio Internet? Forse che
non abbiano altre cose da mettere in ordine prima di toccare uno strumento che fino ad oggi, senza il loro ordine o quello dei governi
precedenti, ha funzionato come un orologio svizzero?
Caro Claudio la lista e' pubblica e' vero quindi limita la liberta' di espressione ma non facevi prima a dire che il Governo ti ha chiesto il
favore di dargli il gov.it senza tante belle quanto inutili parole.
La NA e' tua fai quello che vuoi spero che tutti si ricordino di cio' anche quando qualcuno verra' a bussare chiedendo soldi alla NA.
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe