Dopo la lettera del ministro...

chiari mario chiari.hm a FLASHNET.IT
Gio 14 Feb 2002 11:52:12 CET


hello

questa volta non ti seguo

At 11.09 14/02/02 CET, Maurizio Codogno wrote:
>Sono felice che sia spuntata questa lettera, e apprezzo
>anche molto il fatto che sia indicato abbastanza chiaramente
>che il supposto .gov.it abbia un uso previsto diverso da
>quello di .governo.it .
>
>A questo punto, pero`, io mi domando e dico: se diciamo che
>.gov.it e` liberamente registrabile da un rappresentante
>della PA,

la Presidenza del Consiglio non è un sempice rappresentante della PA!

>tanto vale rivedere tutti i nomi riservati.

perchè? ognuno può essere stato riservato per motivi diversi.

Se
>invece diciamo ".gov.it e` utilizzabile solamente per
>dominii relativi a tutte le entita` statali e delle amministrazioni
>locali, dalle Autorita` di nomina ministeriale, dagli enti
>del potere giudiziario..." (sono certo che tra tutti i nostri
>legali, ce ne sono molti che sanno esplicitare l'equivalente
>del .gov americano), dal punto di vista del governo
>probabilmente la cosa cambia poco, e sicuramente noi non
>obblighiamo nessuno a utilizzare in quel modo il dominio,
>pero` intanto esplicitiamo una normativa, che poi e` il
>nostro mestiere.

Non capisco quale sia la differenza, ovvero la tua preoccupazione.


1- la stringa .gov, per motivi abbastanza casuali - non tecnici-, ha
assunto nella percezione dell'utente del DNS,  fin dall'inizio un certo
significato;
2- Per evitare usi impropri, ovvero usi che facessero aggio di quella
particolare associazione mentale senza averne i titoli, e non essendo
chiaro - allora - come evitarli altrimenti, la stringa .gov è stata
dichiarata non assegnabile nel ccTLD .it;
3- oggi, maggiormente diffusa la conoscenza del DNS, lo status  può
cambiare in >>nome assegnabile solo a un particolare richiedente: il
Governo o altra autorità che, secondo l'ordinamento istituzionale italiano,
organizza i servizi DNS per la PA (o per l'insieme delle istituzioni
repubblicane)<<. La NA  procede quindi al relativa modifica di regola di
naming.
4- la Presidenza del Consiglio - overo un suo legittimo rappresentante -
dichiara l'intenzione di registrare .gov
5- la RA, vista le regole modificate, la richiesta del richiedente, se
nulla altro osta, registra.

Non vedo i problemi. Tutto ciò ci deve indurre a cambiare lo status di alti
nomi non assegnabili? forse si, fose no, ma non necessariemente
contestualmente.


alla prossima
mario


A questo punto, chi gestisce gov.it e`
>ininfluente.
>
>Spero che il mio pensiero sia chiaro... anche se spesso
>dubito della cosa.
>
>ciao, .mau.
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe