R: formazione lista dei saggi arbitronline

Riccardo Roversi rroversi a SLA.IT
Gio 14 Feb 2002 12:59:34 CET


Cara Quinci,

alcune considerazioni, e mi scuso in anticipo se le svolgo in lista (ma la
prima a rendere pubblica la questione sei stata tu):

1) non esiste alcun vincolo a carico di Arbitronline in relazione ai
rapporti con i saggi, fatta eccezione per l'obbligo di annoverare in
qualsiasi momento nella propria lista non meno di quindici saggi.  Controlla
pure il sito e vedrai che ci sono oltre 15 nomi anche dopo l'eliminazione
del tuo

2) il rapporto che intercorre tra l'ente conduttore e il saggio mi pare
qualificabile come  mandato, ne consegue che il mandante (Arbitronline) può
recedere quando vuole, non sussistendo alcuna delle ipotesi che rendono
irrevocabile il mandato stesso;

3) in un paio di passaggi tu tenti di insinuare che questo comportamento
possa far dubitare della affidabilità di Arbitronline: ti invito formalmente
a non rinnovare tali asserzioni che, oltre che infondate, arrecano
pregiudizio ad Arbitronline.

Quanto ai criteri di formazione della lista dei saggi di Arbitronline, non
mi pare esista alcun obbligo di esplicitarli.  Ma sono certo che sia tu che
i tuoi amici del Foro di Roma (...) sapete benissimo quali sono i criteri
nel caso di specie.

Buon lavoro (spero - infatti - che tu abbia dell'altro lavoro, oltre alle
MAP di Arbitronline)

Riccardo Roversi




--------------------
Avv. Riccardo Roversi
Abbatescianni e Associati - Milano
Tel +390254131748
Fax +390254131706
Mobile +393356962583


-----Messaggio originale-----
Da: owner-ita-pe a NIC.IT [mailto:owner-ita-pe a NIC.IT]Per conto di
Emanuela Quici
Inviato: mercoledì 13 febbraio 2002 18.14
A: ITA-PE a NIC.IT
Oggetto: formazione lista dei saggi arbitronline


Segnalo alla lista, per ogni opportuna valutazione, il comportamento
tenuto dalla Arbitronline s.r.l. di Milano in relazione alla formazione
della lista dei saggi.

Dopo avermi inserita nella lista dei saggi di propria iniziativa nel
settembre 2000, ed aver ottenuto il mio consenso al suddetto inserimento
nella lista - che ho accordato peraltro solo nel febbraio 2001 - ricevo ora
comunicazione, a mezzo di raccomandata anticipata via fax, con cui mi si
annuncia la rimozione dalla lista dei saggi, senza alcuna motivazione. E
cio' senza che nel periodo in cui sono stata inserita nella loro lista mi
sia mai stato affidato alcun incarico.

E questo non perchè fossero mancate ad Arbitronline procedure di
riassegnazione: risulta infatti che le 18 procedure effettuate da
Arbitronline non siano state equamente suddivise fra i saggi della
lista, ma siano state tutte affidate  ad un ben specifico ristretto
gruppo di persone, alcune dei quali ne hanno avute sino a 3 ciascuno.

Oggi, senza che nessun elemento sia stato addotto, vengo unilateralmente
rimossa dalla lista. Comportamento questo che non mi sembra ne' corretto
ne' trasparente, anche sotto il profilo della legittimazione
all'esercizio dell'attivita' di risoluzione delle MAP previsto dalle
regole di naming (ricordo che alla domanda per divenire ente conduttore
deve essere allegata la prova scritta della adesione al progetto di almeno
quindici saggi).

Sarebbe interessante poi  conoscere i criteri sulla base dei quali
Arbitronline ha provveduto sia a formare la lista dei saggi e poi a
modificarla con questo comportamento disinvolto, sia ad assegnare le
procedure; le quali - e' interessante rilevare - hanno registrato ad
oggi un solo ricorso respinto.

Segnalo inoltre che anche altri saggi inizialmente iscritti alla lista
di Arbitronline hanno subito (pressocchè contemporaneamente) la stessa
sorte.

Distinti saluti,

Avv. Emanuela Quici



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe