Uso della lista

Riccardo Roversi rroversi a SLA.IT
Lun 18 Feb 2002 10:59:30 CET


Caro Enzo,

smettila una buona volta di fare il tribuno della lista.

Il rapporto tra enti conduttori e saggi è regolate dalle regole del diritto
privato, quindi non invocare i principi generali del nostro ordinamento in
materia di provvedimenti amministrativi.  Non si tratta, infatti, di
provvedimenti amministrativi, ma dell'esercizio di un diritto che spetta ad
Arbitronline (così come ad ogni ente conduttore nei confronti dei propri
saggi e, in generale, ad ogni mandante nei confronti del mandatario): il
diritto a revocare il mandato al saggio in ogni momento e senza obbligo di
motivazione.

Questa è la spiegazione di quello che è avvenuto, l'unica spiegazione
corretta.

Tutto il resto (cioè i tuoi messaggi, quelli di Buonpensiere, di Antonini,
della Quici ecc.) sono soltanto tentativi di strumentalizzare l'esercizio di
un diritto per eliminare dalla scena Arbitronline, che - evidentemente - è
un concorrente scomodo del tuo CRDD.

D'altro canto non è la prima volta che cerchi un pretesto per attaccare
Arbitronline.

Tu  non hai mai criticato le cagate che sono scritte nella decisione
Corsera, ma hai pubblicamente fatto notare che Arbitronline nella
maggioranza dei casi ha dato ragione al ricorrente.

Ma tu puoi permettertelo, perchè sei super partes....

Riccardo Roversi





----- Original Message -----
From: "Enzo Fogliani" <fog a fog.it>
To: "Claudio Allocchio" <Claudio.Allocchio a GARR.IT>
Cc: "Maria Luisa Buonpensiere" <buonpensiere a tin.it>; "Naming Authority
Italiana" <ITA-PE a NA.nic.it>
Sent: Saturday, February 16, 2002 11:39 AM
Subject: Re: Uso della lista


> Claudio Allocchio ha scritto:
> >
> > Non mi e' sfuggito. Ma nella lettera che Arbitronline ha inviato per
> > comunicare alle persone interessate che esse venivano rimossa dalla
lista
> > dei suoi saggi c'e' scritto che la causa di rimozione dalla lista era il
> > fatto di operare anche per altri enti conduttori?
>
> Uno dei principi basilari in ogni ordinamento su cui si basa la
> trasparenza e' che gli atti devono essere motivati, per poterne
> consentire il controllo.
>
> Di fronte ad una richiesta come quella della Quici e della Buonpensiere,
> come minimo e' necessario richiedere ad Arbitronline le motivazioni
> della cancellazione.
>
> Da parte sua, Arbitronline potrebbe anche risponderti che le hanno
> cancellate per per un'altra causa qualsiasi, che so: al limite, perche'
> sono femmine e Arbitronline ha deciso di darsi una lista misogina; ma
> UNA MOTIVAZIONE NON PUO' NON ESSERE DATA.
>
> > Se si, mandatemi la copia della lettera e provvedero' alla segnalazione
> > di violazione.
>
> Scusa, ma a chi la vuoi segnalare? Sei tu il presidente cui e' affidato
> il controllo degli enti conduttori, non altri!
>
> > Se questo non c'e' esplicitamente scritto, allora si tratta di
> > supposizioni, e come tali se ne possono fare di infiniti generi.
>
> Dobbiamo quindi dedurre che il principio sulla base del quale il
> Presidente garantisce la trasparenza della NA e dei suoi organi e' il
> seguente:
>
> CHIUNQUE E' LIBERO DI VIOLARE IMPUNEMENTE LE REGOLE DI NAMING, PURCHE'
> NON LO AMMETTA SPECIFICAMENTE PER ISCRITTO DI AVERLO FATTO.
>
> Ciao,
>
>     Enzo.
>
>
> -------------------------->>>  <<<--------------------------
> Avv. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
> Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
> http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe