Uso della lista

Enzo Fogliani fog a FOG.IT
Lun 18 Feb 2002 18:22:32 CET


Caro Claudio,

        Mi sembra che quella che si discute sia piu' una questione di principio
di carattere giuridico. Cerco di riassumerti le due tesi:

1) tesi Arbitronline (cito testualmente Roversi per non creare
equivoci):
"ogni ente conduttore ha il diritto di revocare il mandato al saggio in
ogni momento e senza obbligo di motivazione".
Base giuridica: art. 1723, c.c. I comma. Conseguenze di questa
impostazione:
a) nega qualsiasi interesse dei saggi alla permanenza della lista.
b) nega qualsiasi interesse della NA alla composizione della lista.
c) l'ente conduttore puo' revocare il mandato anche nel corso di una
procedura.
d) il controllo del presidente sugli egli enti conduttori e' meramente
formale.

Tesi Buonpensiere / Quici:
Il mandato e' "in rem propriam"; l'ente conduttore puo' revocare il
saggio, ma e' tenuto a giustificare la revoca con una "giusta causa".
Base giuridica: art. 1723, c.c., II comma: "il mandato conferito anche
nell'interesse del mandatario o di terzi non si estingue per revoca del
mandante, salvo che sia diversamente stabilito o ricorra giusta causa."
Conseguenze di questa impostazione:
a) il saggio ha un proprio interesse a rimanere iscritto alla lista;
b) la NA ha un interesse a che la lista sia correttamente gestita;
c) la revoca del mandato e' consentita per giusta causa;
d) il presidente puo' esplicare il proprio controllo come previsto
dall'art. 17.2 delle regole di naming.

Premesso che io ritengo piu' fondata la seconda tesi, che meglio
risponde alle esigenze di trasparenza della NA, secondo me la cosa si
risolverebbe benissimo se Arbitronline desse una plausibile motivazione
che non sia in contrasto con il divieto di proibire ad un saggio di
essere nella lista di un altro ente conduttore.

Di fronte ad una tale motivazione ritengo che il Presidente, pur
ribadendo la astratta necessita' di motivazione per la esclusione dalla
lista dei saggi, non potrebbe far altro che dare atto che quanto
accaduto nella fattispecie non concretizza una violazione delle regole
di naming.

Da parte loro le "sagge" in questione potrebbero dimostrare la loro
saggezza prendendo atto di tale motivazione e non proseguendo oltre in
una polemica che a mio avviso  negativa per tutti: NA, enti conduttori
e parti coinvolte nella vicenda.

Con cio' la questione penso potrebbe ritenersi chiusa dignitosamente per
tutti.

Cordiali saluti,

    Enzo Fogliani.


-------------------------->>>  <<<--------------------------
Avv. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe