Richiesta di tutela da cambio mantainer/provider

Gian Carlo Ariosto ariosto a WINCOM.IT
Mer 23 Gen 2002 15:23:18 CET


At 14.11 23/01/02 +0100, Alessandro Ranellucci jr wrote:
>Luca Sambucci ha scritto:
> > Personalmente, non sono d'accordo.
> > E' vero che il problema dei clienti insolventi che saltano da un maintainer
> > all'altro Ŕ grave e ce l'abbiamo tutti, ma io penso che questa
> soluzione possa
> > creare pi¨ problemi di quanti invece non ne intenda risolvere.
>[...]
>
>Aggiungo che in questo modo si porterebbero alla RA molte responsabilitÓ:
>giÓ si trova coinvolta in un gran numero di dispute relative alle
>contestazioni dei nomi assegnati, figuriamoci se "sequestrasse" un dominio
>su richiesta di un provider (per interessi privati del provider stesso, tra
>l'altro).
>
>Mi sembra del tutto infattibile.


Mi sono perso i messaggi precedenti perchŔ ho appena cambiato maintainer... :-)
Sono andato a leggermi il thread sul sito Web.
Ritengo anch'io improponibile la richiesta di Raimondo (by the way, non era
lui il mio MNT precedente... :-)). Se tutti i MNT facessero come il mio
attuale MNT, che si fa pagare in anticipo con carta di credito, il problema
non esisterebbe affatto.
Se si ritiene opportuno fare credito al proprio cliente, ci si deve
assumere il rischio del credito: se poi il MNT non "vede" il cliente
finale, ma il provider, a definire chi si deve assumere il rischio sarÓ un
accordo contrattuale tra MNT e provider, e ragionevolmente sarÓ
quest'ultimo a doverlo fare.
Al limite, si potrebbe pensare a un gentlemen's agreement tra MNT simile a
quello (non sempre rispettato...) degli avvocati: un avvocato, prima di
accettare il mandato di un cliente che aveva precedentemente incaricato un
altro avvocato per la stessa pratica, dovrebbe verificare presso il collega
che quest'ultimo sia stato regolarmente pagato per il lavoro svolto fino a
quel momento. Analogamente, il MNT che dovrebbe subentrare, prima di
concedere credito al cliente, potrebbe chiedere al vecchio MNT se il
cliente lo ha regolarmente pagato. Questo modo di fare tutelerebbe entrambi
i MNT, ma soprattutto il subentrante: se il cliente non paga, Ŕ meglio
perderlo che trovarlo...


Cordiali saluti.
Gian Carlo Ariosto

  /*\  .. . . . . . . . . . . . .
  \ / . ASCII Ribbon Campaign .
   X .- NO HTML/RTF in e-mail .
  / \ .- NO Word docs in e-mail.
/   \ .. . . . . . . . . . . . .



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe