NA e [Sogni Erotici]

Giorgio Lacourt glacourt a SINET.IT
Mer 3 Lug 2002 11:17:41 CEST


Marco d'Itri wrote:
>
> On Jul 02, Giorgio Lacourt <glacourt a sinet.it> wrote:
>
>  >Io ho semplicemente detto che troverei piu' appropriato un intervento
>  >informativo piuttosto che censorio e quindi blacklist (che di per se'
> Esattamente, chi ritieni che dovrebbe essere informato e su che cosa?

Oltre a chi e cosa, la domanda principale mi pare sia "come ed a quale
titolo".

Non e' che invento nulla, in qualsiasi "mercato" gli attori sono:
- produttore (NA)
- canale (Maintainer/Isp)
- utenza (chiunque abbia un indirizzo di posta)
- istituzioni (esistono quelle specifiche ma non necessariamente devono
essere gli unici interlocutori)

Il produttore, in base alla materia prima (informazioni pervenute da
membri NA e non), elabora le informazioni in uscita che sono di tipo
descrittivo (documenti, riepiloghi statistici, rapporti con attivita'
omologhe, analisi etc.) e di tipo tecnico/pratico/giuridico (leggi
blacklist, istruzioni su come evitare lo spamming od anche solo su come
mettere un filtro al proprio sw di posta... l'80% dei miei utenti e'
laureato, ma non piu' del 10% ha mai settato un filtro ... indicazioni
su come far valere i propri diritti contro uno spammer).

Le modalita' informative devono essere adeguate al target (operatori od
utenti) e possono essere pagine web, mailing list, al limite CD e
prodotti cartacei, magari veicolati da altri contenuti (penso ai virus
od all'open source, ma qui usciamo dall'argomento)

L'obiezione a cio' che dico potrebbe essere: ma se ci si occupa di tutto
il mondo e non solo dei .it/maintainer sui quali NA ha "giurisdizione",
se l'azione e' informativa e non coercitiva... allora chiunque puo' fare
un lavoro di questo tipo e perche' la NA dovrebbe "abbassarsi" con le
proprie credenziali a fare un lavoro che chiunque puo' fare?
La mia risposta e' che si fa perche' e' utile e va fatto da qualcuno ed
anche perche' e' cosi' che si acquisisce credibilita' ed
autorevolezza.... mi sono permesso di fare una piccola indagine tra i
miei utenti (come gia' detto non proprio tra i piu' "utonti" della rete)
da cui risulta che praticamente quasi nessuno sa cosa sia la NA. A
qualcuno fara' magari piacere che il famoso 5b sia poco utilizzato, ma
non dovrebbe essere normale che tutti i maintainer siano iscritti e
vogliano iscriversi alla NA.
Spero che non puntiamo al Guinness del primo Ente inutile della
Neteconomy :-)

ciao
giorgio


> --
> ciao,
> Marco



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe