Per uno strumento di lavoro efficace ed efficiente

P-Lucio Virzi (Utenti.Org) luviz a TIN.IT
Lun 22 Lug 2002 12:37:24 CEST


Tempo fa proposi una message board automatica con accesso autenticato ed
area pubblica, ed appoggio della mailing list per i comunicati.

LV
>-- Messaggio originale --
>Date: Mon, 22 Jul 2002 12:04:36 +0200
>From: Paolo Zangheri <paolo.zangheri a altair.it>
>To: ITA-PE <ITA-PE a NIC.IT>
>Subject: Per uno strumento di lavoro efficace ed efficiente
>Reply-To: paolo.zangheri a altair.it
>
>
>Non facciamo confusione tra l'improba opera di ricerca di un sistema per
>debellare il fenomeno spam e invece la possibilità di utilizzare
>funzionalmente uno strumento quale la lista.
>
>Non facciamo di ogni erba un fascio!
>
>Dal momento che l'attuale struttura della lista, ovvero:
>
>1) assemblea della NA
>2) gazzetta ufficiale della NA e dei suoi organismi
>3) strumento per la misurazione del "consenso"
>4) helpdesk
>5) sfogatoio
>6) archivio storico
>7) vetrina dell'attività della NA
>8) esempio di gestione di una lista (o meglio, di non gestione)
>9) mezzo di accesso privilegiato ad un indirizzario qualificato di
>"tennici" e legali
>10) indirizzo preferito da spammer turchi
>11) veicolo di diffusione di fantasiosi worm e troiani
>12) ....
>
>non è piu, per ammissione dei suoi partecipanti, efficiente ed efficace,
>occorre che la NA si doti di una serie di strumenti di lavoro in grado
>di poter affrontare i suoi compiti, e rispondere alle sollecitazioni che
>il mondo economico e politico ci rivolgono.
>
>E' evidente a tutti che la lista è indifesa nei confronti di codice
>maligno (virus, worm, etc...) e spam, ed è palese che le sollecitazioni
>dal basso perchè questo strumento venga adeguato non raccolgono la
>debita attenzione da parte degli organismi deputati ad agire (pres +
>CE), mi domando se sia il caso di rivolgere una formale richiesta a tali
>organismi perchè vengano prese iniziative in merito oppure possiamo
>agire (per una volta) da persone serie.
>
>Paolo Zangheri
>
>
>Marco d'Itri wrote:
>On Jul 21, Fabio Pennisi <fabiopennisi a hotmail.com> wrote:
>
>  >inoltre un segno concreto di reazione (forse l'unico possibile) della
>Naming
>  >Authority in materia di spamming che non dobbiamo limitarci a subire
>  >passivamente almeno quando possiamo.
>Ma per favore! Secondo non subire passivamente lo spamming significa
>rinchiudersi nella propria lista negando l'accesso a chiunque altro?
>
>--
>ciao,
>Marco



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe