basta!!!

Paolo Furieri furieri a NTC.IT
Mer 24 Lug 2002 09:34:42 CEST


le due cose (spam su ita-pe <-> spam in generale) sono ovviamente distinte e
separate.

se pero' non si riesce neppure a trovare un accordo su una cosa che e'
prevalentemente "interna", figuriamoci se si riesce a compicciare qualcosa
su un affare spinoso come la regolamentazione/limitazione dello spam in
generale.

Paolo Furieri - Amministratore di sistema Netcom

On Wed, 24 Jul 2002, LORENZO LO VECCHIO wrote:

> Secondo me state ancora sbagliando. La proposta che avevo avanzato e che
> aveva suscitato una prima positiva discussione era quella della commissione
> per regolamentare lo spamming in funzione delle esigenze che il tempo aveva
> evidenziato nell'uso della rete. Invece siamo nuovamente scivolati sulla
> difesa della lista. Credo che stiamo perdendo un'altra buona occasione per
> fare dei progressi. Buon lavoro a tutti.
>
>
> ----- Original Message -----
> From: "Lapo Sergi" <lapo.sergi a quixe.it>
> To: "ita-pe" <ita-pe a NIC.IT>
> Sent: Tuesday, July 23, 2002 5:17 PM
> Subject: R: basta!!!
>
>
> > Alle 16.14 rispondevi, alle 16.19 arrivava una mail di spam... ormai il
> > rapporto è di 2/1 ad andar bene (forse con quelle che leva Claudio di mano
> > sua...)
> >
> > Io voto per la seperazione  (che non significa censura, Alessandro): una
> > lista distribuita ai soli iscritti e dove i soli iscritti possono scrivere
> > direttamente, e un brodo di spam, richieste indirizzate in realtà alla
> Rera,
> > e tutto il resto tra cui forse ci sarà qualche contributo (io non ne
> ricordo
> > tanti, in verità, però potrei sbagliare).
> >
> > Il contributo, naturalemente, filtrato da tutto il resto verrà posto in
> > lista dal "moderatore" per garantire l'operato del quale basta rendere
> > pubblico il "brodo" magari nella forma dell'attuale versione on-line.
> >
> > Personalmente trovo lo spam altamente educativo ma sono un caso
> patologico:
> > amo ed ho studiato molto (ai tempi dell'ateneo) le tecniche di marketing
> > diretto e non, dunque lo ricevo sempre volentieri, ma mi rendo conto che è
> > poco serio non solo riceverlo su ita-pe (dove si parla - tra l'altro - di
> > come fare per combatterlo .... ) ma anche ridistribuirlo a 200 e oltre
> > mailbox, aumentando l'effetto di ciò che si vuole combattere.
> >
> > Dunque io voto per una lista in qualche modo "pulita" (che sia moderata o
> > ristretta).
> >
> > Saluti
> >
> > Lapo Sergi
> > Quixe Firenze
> >
> >
> >
> > ----- Original Message -----
> > From: Alessandro Nosenzo <nosenzo a idea.it>
> > To: ITA-PE <ITA-PE a NIC.IT>
> > Sent: Tuesday, July 23, 2002 4:01 PM
> > Subject: Re: basta!!!
> >
> >
> > > Ma state scherzando?
> > > Visto che c'e' qualche delinquente che manda spam allora censuriamo la
> > lista?
> > > Mi sembra semplicemente assurdo e soprattutto considerate che chiudendo
> la
> > lista ai soli iscritti o censurando comunque i post ci
> > > sarebbe un impoverimento della gia' povera lista e non un miglioramento.
> > > Ciascuno deve essere libero di esprimere la propria idea o la propria
> > critica e non vedo perche' con la scusa dello spam dovremmo
> > > bloccare questa importante fonte di crescita.
> > > Inoltre se odiate i virus e lo spam, come lo odio io, difendersi non e'
> > poi cosi' difficile, specie per un maintainer.
> > > Saluti.
> > >
> > > Alessandro Nosenzo
> > >
> >
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe