Trafugamento indirizzo di e-mail.

Francesco ORLANDO [RCA-MNT] tech a RCART.COM
Mar 12 Mar 2002 15:05:04 CET


Salve,

----- Original Message -----
From: "Cosimo Comella" <comella a ccd.uniroma2.it>
To: "Griffini Giorgio" <grunz a tin.it>
Cc: <ita-pe a nic.it>; "Francesco ORLANDO [RCA-MNT]" <tech a rcart.com>
Sent: Tuesday, March 12, 2002 1:32 PM
Subject: Re: Trafugamento indirizzo di e-mail.


<cut>
| >>
| >> La diffusione su mailing-list o su siti web  (o anche sul whois server
| >> del NIC...) degli indirizzi email non consente affatto il loro uso
| >> indiscriminato senza il consenso dei titolari, non essendo quei mezzi
| >> equiparabili ad atti, registri o documenti pubblici e in piu' soggetti
a
| >> un regime giuridico di pubblicita'.
| >>

potrebbe fare uno o pi¨ esempi di elenchi pubblici?

i dati CCIAA (se integrati con email non fornite direttamente dal
contribuente alla CCIAA di competenza),
sono da considerarsi "pubblico registro", oppure sono un "pubblico
registro" che riporta anche dati non pubblici?

l'indirizzo di email che fornisco all'Ente certificatore AIPA di turno, Ŕ
da considerarsi, da quel momento in poi,
pubblico?

...non chiedo un parere ufficiale, ma Sue considerazioni personali in
merito.

| >> Il Garante e' intervenuto nel gennaio dell'anno scorso, con molta
| >> chiarezza e ampia pubblicita', su un caso di vasta risonanza relativo
| >> all'uso di indirizzi email per comunicazione politica (si veda la
| >> sezione "Segnalazioni e Reclami" per l'anno 2001 sul sito del Garante,
| >> con il provvedimento dell'11 gennaio 2001).
| >>
| >> Suggerisco quindi, nell'ottica di quel "comportamento responsabile"
| >> richiamato nei messaggi precedenti, di documentarsi bene prima di
| >> prendere posizioni su argomenti con cui si ha poca dimestichezza, e di
| >> tacere altrimenti.
| >
| > Non ho proprio capito il perche' di simili toni.
|
| Ho ritenuto di intervenire perche', oltre a ravvisare delle inesattezze
| in merito al problema della diffusione e pubblicazione di dati personali
| (nel caso in questione, gli indirizzi email), non mi era sembrato
| corretto attribuire a un'istituzione come il "Garante per la protezione
| dei dati personali" un atteggiamento di scarsa responsabilita', e
| proprio sulla base di quei presupposti erronei. Ma non era mia
| intenzione fare polemiche, anche perche' il problema segnalato
| (funzionamento della lista "abuse") e' reale e per certi versi
paradossale.
|

tasto dolente per tutti!

| Rilevo un equivoco di fondo, e assolutamente generalizzato, sulla natura
| e sui compiti dell'Autorita': il Garante (che non e' un individuo ma un
| organo collegiale) non e' la vestale o il censore di tutti i
| comportamenti illeciti sulla rete, ne' ha poteri di divinazione per
| poter essere al corrente di tutti i possibili abusi, che possono invece
| essere portati alla sua attenzione tramite i canali "istituzionali"
| (ricorsi, segnalazioni e reclami).

...perchŔ non creare anche un "canale istituzionale indiretto"?
basterebbe creare la casella *fisica* dell'account abuse a garanteprivacy.it
(non ne ho ancora verificato l'esistenza)
ed iscriversi alle liste ABUSE ed ANTISPAM del NIC.

<cut>
|
| Mi sembra di aver fornito elementi sufficienti nel mio precedente
| messaggio (che non sono, beninteso, un invito a bombardare di test
| messages le mie mailbox).
|

queste tre righe le leggo con gioia! :-)

personalmente, mi sono ben guardato dal testare le mailboxes indicate,
anche se la tentazione Ŕ stata fortissima. ;-)

ho adottato, parimenti, lo stesso comportamento non rispondendoLe
direttamente, ma in lista,
presupponendo il fatto di non essere stato preventivamente autorizzato da
Lei a scriverLe direttamente.

...Ŕ la parola "beninteso" che ho apprezzato di pi¨! ;-)

sembrerebbe solo rafforzare l'invito a non bombardare di test-messages le
caselle,
anche se, forse, Lei doveva aspettarsi alcuni "controlli", vista anche
l'abbondanza di tecnici in lista. ;-)

mi perdoni, ma quel "beninteso", si presta a (mie) pi¨ ampie
interpretazioni:

c'era bisogno di chiarirlo a posteriori?
evidentemente si, forse perchŔ ha ricevuto troppi test-messages!
...messaggi forse "disturbatori", ma pur sempre "ammissibili".

a questo punto, personalmente, avrei anche aggiunto:
"...ed ovviamente nemmeno un'implicita autorizzazione ad essere utilizzati
per comunicazioni commerciali o simili...."

Sono perfettamente cosciente del fatto che, tale aggiunta, possa sembrarLe
superflua
ma, purtroppo, la realtÓ Ŕ questa e tali precisazioni, benchŔ superflue,
sono un discreto deterrente contro gli abusi.

...sembrano quei cartelli con scritto proprietÓ privata, che i contadini
mettono ben in vista dietro recinzioni e filo spinato!
...aggiungere che "staccare le mele da un albero situato all'interno di una
proprietÓ privata Ŕ un furto, punito con la pena di....",
anche se superfluo ai fini della legge, appare comunque un utile
deterrente, nonostante la legge non ammetta ignoranza.

<cut>
|
| Cordiali saluti
|
| Cosimo Comella
|
|

saluti
Francesco ORLANDO



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe