'Piccole modifiche' alla proposta antispam FNP

Marco d'Itri md a LINUX.IT
Sab 16 Mar 2002 12:27:55 CET


On Mar 16, Ettore Panella <box a starnet.it> wrote:

 >Comunque tornando a noi  sono del parere di tutelare al massimo le caselle
 >personali ma essere molto meno restrittivi per le caselle aziendali.
Le aziende ricevono la posta gratuitamente?

 >tipo per le aziende considerare il secondo messaggio inviato spam e non il
 >primo o comunque lasciare libera la cosa a meno di esplicita richiesta di
 >non mandare piu' pubblicita'
Sarebbe opt-out, quindi inaccettabile.

 >Dobbiamo evitare di bloccare le iniziative sociali , culturali  o
 >politiche, tipo abbiamo costituito una nuova associazione di utenti
 >internet per tutelare i nostri diritti ... se vuoi iscriverti o conoscerci
 >meglio vai a http:.....
Se vuoi essere informato su iniziative sociali, culturali o politiche
iscriviti a delle mailing list sul tema.

 >Infine come evitiamo di spostare l'immondizia sotto al tappeto come
 >normalmente si fa in questi casi?
Se si aspetta che lo spamming sia vietato in tutto il mondo non si farÓ
mai niente. Iniziamo a tutelarci meglio dagli spammer italiani, per
quelli internazionali potremo continuare ad usare i soliti metodi.

--
ciao,
Marco



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe