cosa e` spam?

Marco d'Itri md a LINUX.IT
Sab 16 Mar 2002 21:33:56 CET


On Mar 16, enzo a enzoviscuso.it wrote:

(Per favore configura il tuo mail reader in modo che non generi righe
più lunghe di 72 caratteri.)

 >2. Conseguenza di (1): ma le nostre regole che valore legale hanno?
 >Occorre seriamente mettere giu' un codice antispam e farlo proporre poi a qualche onorevole in Parlamento (possibilmente Proposta di
 >legge a nome di parlamentari di parti avverse).

Più che giusto, anche tenendo presente cosa sta succedendo a livello
europeo (si veda il sito di EuroCAUCE per un riassunto).

 >3. Occorre quindi una congruenza con regole a livello internazionale.
Sarebbe comodo ma non è indispensabile.

 >4. Si parla di Spam solo in ambito commerciale o in tutti i casi, anche quando si tratta di messaggi chiaramente non finalizzati al
 >business?
No. Lo spam non dipende dal contenuto.

 >5. Oltre allo Spam nel senso di spedizione piu' o meno massiccia di circolari, esiste anche il caso della spedizione di un signolo
 >messaggio non richiesto ad un singolo indirizzo: e' la stessa cosa; quando io ricevo un messaggio indesiderato, non  mi importa
 >nulla se questo e' stato spedito o meno e a quanti altri.
No, non è la stessa cosa: quello non è spam.

 >Pero' ci sono alcuni ISP Italiani (pochi ma cattivi) che non gestiscono i .IT. Per non parlare di aziende italiane che lavorano son
 >ISP stranieri (solitamente USA, Canada) - cosa di puo' fare contro questi ultimi?
Se sono italiani qualcuno la connettività deve fornirgliela comunque...
Se sono stranieri ci sono le solite blacklist.

--
ciao,
Marco



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe