Rif: Privacy ed indirizzo IP.

P-Lucio Virzi (Utenti.Org) luviz a TIN.IT
Gio 21 Mar 2002 15:33:19 CET


La proposta mi sembra una ottima soluzione.
Vorrei aggiungere una domanda, perņ, che mi č venuta in mente leggendo:

Lei scrive:
"L'indirizo IP del mittente e' sempre incluso nell'header di una e-mail, e non e' un dato sensibile."

Nel caso l'indirizzo IP sia desunto dal logging dei post su un forum di discussione pubblico, noto solo agli amministratori del forum stesso, č lecito trasferire tale informazione a terzi, non responsabili dei dati personali per quanto riguarda il sito che ospita il forum di discussione?

Questo quesito esula dal discorso dello spam, ma potrebbe essere interessante per molti.

Scusate, a presto.

LV
>
> Da: enzoviscuso a tiscali.it
> Data: 21/03/2002 12:28
> A: <ita-pe a NIC.IT>
> Oggetto: Privacy ed indirizzo IP.
>
> Mi succede sempre piu' spesso di ricevere mail spammose del tipo:
>
> "Grazie per essersi iscritto alla nostra lista etc.etc."
> Ovviamente quasi sempre liste commerciali.
>
> I casi sono due:
>   - o qualcuno mi iscrive per scherzo
>   - oppure i listaroli hanno trovato il mio indirizzo da qualche parte e fanno finto opt-in.
>
> Alla mia richiesta di sapere dove hanno trovato il mio indirizzo, spesso non rispondono neppure, oppure mi dicono "lei si e'
> iscritto e stop".
> Se poi chiedo i dati di iscrizione (data, ora, IP) si appellano alla privacy.
>
> Non si puo' aggiungere la seguente regola alla prossima regolamentazione su Spam, opt-in, opt-out che mi auguro che venga presto
> partorita:
> "Quando un utente si registra ad una lista, gli viene subito spedita automaticamente una ricevuta con indicati tutti i dati da lui
> riportati sul form di richiesta, ed inoltre data, ora, indirizzo IP e nome host della connessione; inoltre deve essere possibile
> disiscriversi immediatamente, prima di ricevere il primo messaggio (oppure: occorre una ri-conferma prima di dare inizio alla
> sottoscrizione)".
> A questo punto: se sono stato davvero io ad iscrivermi, non si ledono i diritti di privacy di nessuno.
> Se invece e' stato uno scherzo, ho subito gli elementi per fare la segnalazione al garante e/o all'opportuno abuse a .
> L'indirizo IP del mittente e' sempre incluso nell'header di una e-mail, e non e' un dato sensibile.
>
> A proposito di abuse: spesso non rispondono, o a malapena arriva una risposta automatica.
> Un'altra regola dovrebbe essere:
> "Tutti i detentori di server smtp hanno l'obbligo di istituire un indirizzo abuse a xxx.xx dal quale devono rispondere
> obbligatoriamente a tutte le segnalazioni in maniera non automatica, anche se negativamente".
>
> Enzo Viscuso.
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe