Ecco cosa temo

Ettore Panella box a STARNET.IT
Gio 21 Mar 2002 17:47:03 CET


>> Da: "Ettore Panella" <box a starnet.it>
>
>> se il problema e' il messaggio, questo sara' anche OT ma tutti gli ISP
>> che abbondano in questa lista ora sanno che da domani potranno
>> contrattare ad armi pari con gli OLO per legge, senza questa
>> informativa lo avremmo saputo solo noi iscritti ad una associazione di
>> categoria.
>
> Dell'OT non me ne può fregare di meno, non è su quello che
>si giudicherà.

Forse non te ne potra' fregare di meno pero' hai di fatto denunciato un
comportamento ritenuto scorretto. Ora non essendo io ingenuo ho letto tra
le righe del tuo intervento una critica verso l'attivita' del
vicepresidente. La cosa e' legittima pero' in un organo collegiale si ha il
diritto di chiedere un resoconto dell'attivita' svolta ad ogni
rappresentante quindi anche al vice e di presentare una mozione di
sfiducia, si ha il sacrosanto diritto di critica e di porre in lista le
questioni, chi ricevera' i rilievi avra' il dovere di controbattere. Invece
hai scelto una strada diversa, criticare un comportamento che per tua
stessa ammissione non ti ha dato fastidio piu' di tanto per criticare in
realta' altre cose. Purtroppo hai aderito ad un malvezzo tutto italiano
cioe' quello di utilizzare le regole come armi da usare all'occorrenza.

Al di la' della stima personale per mau questa vicenda e' stata per me una
ulteriore riprova che in queste cose bisogna agire con moderazione.
Ora abbandoniamo il caso specifico sia pur esemplare ed affrontiamo il tema
da un punto di vista generale come piace a me.
Non dimentichiamoci che facciamo parte proprio del .it ovvero di un paese
dove (gli avvocati potranno confermarlo) il tasso di litigiosita' e' alle
stelle e dove si usano grandi principi per nascondere piccole cose. Proprio
per questo ritengo opportuno trovare una strada in grado almeno di limitare
lo spam (e gia' sarei contento perche' questo obiettivo mica e' facile) ma
anche di evitare usi impropri e strumentali delle regole. Perche'? Perche'
almeno io non sono interessato ad un clima da santa inquisizione dove ad
esempio i grandi ideali del cristianesimo sono serviti ad altri scopi e
dove ha regnato solo il sospetto e la paura che il vicino potesse
denunciarti di rapporti col demonio al solo scopo di saccheggiarti la casa.

Proprio in questo caso ho avuto conferma del valore di una condotta saggia
su questo tema perche' almeno un collega (e se vuole potra' confermarlo) ha
saputo una informazione utilissima alla sua attivita', lo so perche'
evidentemente era tale la sua eccitazione che nel rigirare la mail ai suoi
amici ha dimenticato di cancellare il mio indirizzo (era la mail del mio
precedente intervento sul ddl salvaprovider ) lasciandomi con un ? fino
alla successiva mail di scuse.

Onestamente visto che in lista si discuteva di spam io al posto di Frontera
mi sarei ben guardato dal mandare la mail, proprio per evitare di essere
ripreso, l'amico cosi' felice avrebbe perso una cosa utile per la sua
attivita'. Ovviamente il discorso vale anche per gli amici che fanno
un'altra professione tipo gli avvocati, se qualcuno dice su ita-pe dove
trovare cose utili al loro lavoro io sono contento perche' stiamo nello
stesso condominio e spero siamo diventati se non amici almeno buoni
conoscenti.

Combattere lo spam senza uccidere la rete e' un obiettivo molto ambizioso e
difficile pero' possiamo/dobbiamo tentare.

saluti a tutti

>
> Ma mi pareva tanto esistesse una mailing list per tutti gli
> ISP, che siano o no associati a una categoria. Non sarebbe
>stato più logico, anche se meno flamboyant, scrivere lì?
>
> ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe