insomma, come sara` fatta questa post-NA?

Alessandro Ranellucci alex a PRIMAFILA.NET
Mar 28 Maggio 2002 22:07:12 CEST


On 28-05-2002 at 17:16, Enzo Fogliani wrote:

 >E' possibilissimo. Ma il problema non e' giuridico, bensi' politico.
 >Il sistema, per come e' attualmente strutturato, funziona benissimo
 >sotto il profilo giuridico (tant'e' che funziona da 5 anni, e sulla
 >sua base sono stati registrati oltre 600.000 domini).

Sono d'accordo che funziona benissimo, ma l'unico aspetto che trovo poco
stabile è quello dell'effettiva rappresentatività della LIC. Se un
privato, magari titolare di un dominio, vuole dire la sua, è soggetto ad
un vaglio che prevede la presenza fisica all'assemblea oltre ad una
certa quantità di contributi, curriculum, eccetera. Dall'altra parte,
potremmo trovarci da un momento all'altro con 2.000 rappresentanti di
maintainer iscritti d'ufficio...

Credo quindi fondamentale, nel progettare questo nuovo 'coso', che si
stabiliscano a priori le proporzioni tra le componenti rappresentate:
- governo
- maintainer/registrar
- privati (modello At-Large?)
- (mondo della ricerca?)
- ...

Oggi mi sono reso conto che una decina di Paesi europei, anche dell'Est,
ha già richiesto le deleghe per la propria zona ENUM (un sistema per
integrare telefonia tradizionale e DNS, in parole povere). In Italia chi
chiederà queste deleghe? Il nuovo coso? Se così fosse, gli stakeholder
aumenterebbero di molto: dall'AGCOM agli operatori telefonici. Non mi
sembra cosa da poco.

(Già che ci sono: propongo di chiamare questo coso semplicemente
IT-NIC...)

:-)

Buona serata a tutti.

--
Alessandro Ranellucci  (HOSTING CENTER)           <alex a primafila.net>
Ph. +39 06 6788489 - Fax +39 06 23315902 - http://www.hostingcenter.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe