alido.it ricerche domini web

Paolo Zangheri paolo.zangheri a ALTAIR.IT
Mar 22 Ott 2002 18:23:50 CEST


Scusa, quando scrivi "VOI", a chi ti riferisci ? Puoi fornirci un elenco ?

Affermi "VOI SIETE UGUALI A CHI FA’ AZIONI DI  Reverse DOMAIN Hijacking
OVVERO AGITE LIBERAMENTE SENZA TIMORI DI SORTA AVENDO DALLA VOSTRA FIOR
DI SOLDI PER DIFENDERVI, AL CONTRARIO DI CHI VI SUBISCE" cosa significa
e a chi ti riferisci ?

Affermi "A cura di chi, LO SAPETE!", puoi fornire alla lista una
dimostrazione, una prova, una spiegazione ?

Puoi tradurre la stringa "Certo! Dire, Voi,  sicuramente darà agio: ad,
un non noi, ma loro." in un formato comprensibile da un utente medio?

Paolo Zangheri

Daniele Cicalò wrote:
> Salve, ho letto gli sforzi forse vani, che porta a termine il titolare del
> dominio oroblu e mi rammarica dover affermare, che ad oggi ogni mia richiesta
> in merito ai provvedimenti presi per il caso valda.it non sono rintracciabili
> da nessuna parte, provvedimenti richiesti nei vari post scritti in lista da
> diverse persone in Agosto provvedimenti sollecitati da più campane in merito
> alla superficialità dimostrata nel procedere.
>
> Ma credo siano svaniti come i soldi spesi in  marketing dal maglificio valda
> per promuovere il loro sito, a livello mondiale per anni.
>
> Facile è da una parte danneggiare, e quando si è chiamati in causa omettere o
> pararsi dietro l’avvocatura dello stato.
>
> Si era urlato anche ad un eventuale possibilità di ricorso, post giudizio
> palesemente errato come  valda.it o  hotelmerano.it et. et.  ma leggendo i post
> di questo mese, sembra di leggere un quotidiano locale, in cui la notizia è la
> mail di tizio inviata a caio, niente che abbia a che vedere con i reali
> problemi del Web italiano.
> Si continua ad invitare a ricorsi ai tribunali ordinari, ha cosa servono allora
> le procedure??? A fare confusione? Se è cosi, che vengano sciolti gli enti.
>
> Valda.it è un simbolo di superficialità e mi sembra un omologa per il futuro
> vista la mancanza di provvedimenti.
>
> Sarebbe simpatico se non professionale trovare dibattiti da portare ad eventi
> come il seguente:
> Register.it, con la collaborazione della Registration Authority italiana e il
> patrocinio della Commissione europea, rappresentanza a Milano, abbiamo
> organizzato il primo Domain Day italiano, www.DomainDay.it, una giornata
> interamente dedicata all'approfondimento delle novità dal mondo dei domini
> Internet.
> E di cui tema principale sarà “la presunta limitazione della libertà in
> Internet che si è registrata negli ultimi tempi.” A cura di chi, LO SAPETE!
>
> VOI SIETE UGUALI A CHI FA’ AZIONI DI  Reverse DOMAIN Hijacking OVVERO AGITE
> LIBERAMENTE SENZA TIMORI DI SORTA AVENDO DALLA VOSTRA FIOR DI SOLDI PER
> DIFENDERVI, AL CONTRARIO DI CHI VI SUBISCE.
> Certo! Dire, Voi,  sicuramente darà agio: ad, un non noi, ma loro.
> Loro li avete creati Voi e Vostro è il compito di regolarli e monitorizzarli
> cosa che invece è dimostrato non avviene.
> Quando sono nate le procedure di riassegnazione in seguito agli attacchi stampa
> legati alle registrazioni di Tiscali, tutti si sono promossi paladini del Web e
> hanno preso a cuore l’argomento, forse essendo parte in causa  basta vedere i
> primi verdetti, Tiscali “GRAUSO” aveva prefissato uno standard che è stato
> distrutto dalla ristrettezza della mentalità degli italiani e che è riassunto
> in questo articolo   “Condividere un nome a dominio? E' possibile!”
> http://www.infodomini.it/marketing7.htm.
> Faccio i miei auguri in lista a Bernabei che forse Vi legge, auguri dovuti,
> visto che i dati da lui proposti, sono ne più e ne meno quelli accessibili a
> chiunque abbia voglia di valutare con cognizione di causa.
>
> Bene, inoltre Vi ho creato un sito, su cui trovare i link, a tutto quello che
> può essere interessante in materia di ricerche, l’ho fatto, perché cosi i 5
> minuti da perdere per capire se c’è un barlume di marchio, diventano 3:
> www.ALIDO.IT .
> Cordiali saluti
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe