LAR

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Mer 23 Ott 2002 18:57:44 CEST


On 23 Oct 2002 at 18:19, Andrea Mazzucchi wrote:
> Proviamo a fare un altro conto: quante MAP ci sono state, in virtu'
> dell'accettazione integrale delle regole di naming che la LAR
> comporta? Qual'e' attualmente l'incidenza del cybesquatting nello
> spazio dei domini registrati sotto .it? Quale e' stato l'impatto
> dell'attuale formulazione nello scoraggiare azioni di accaparramento ?
>
> Ho letto varie considerazioni nei messaggi precedenti che non
> condivido ma che rispetto. Vorrei pero' pregare tutti di evitare di

E' bello sapere che non condividi ma che rispetti le opinioni altrui,
stupisce che devi scriverlo pero' pensi che lo dubitiamo . :-))

> disquisire su metafore e similitudini perdendo di vista l'attuale
> inquadramento della LAR dal punto di vista contrattuale. La lettera e'
> il collante che tiene insieme le regole di naming e la registrazione
> del dominio, ovviamente ANCHE precisando la responsabilita' del
> soggetto che riceve il dominio in assegnazione. Se troviamo un modo
> interessante e piu' rapido di vincolare l'assegnatario di un dominio
> alle regole di naming e alla propria responsabilita' nell'uso del
> dominio parliamone...

Mi piacerebbe sapere su quali fondamenti basi queste tue affermazioni
che rispetto ma non condivido. Quale supporto legale pensi dia una
LAR all'insieme delle norme?

> Poi vorrei cortesemente pregare di non portare piu' a paragone
> NetsOl/Verisign, il TLD .com et similia: si tratta di realta' che
> personalmente reputo funzionare piuttosto male, e comunque su uno
> standard qualitativo sicuramente inferiore a quello italiano, e
> comunque governati da situazioni di diritto estremamente lontane dalle
> nostre. Stesso discorso per il Regno Unito e per qualsiasi altro posto
> dove, diversamente rispetto a noi, vi e' un diritto consuetudinario.

A parte che mi sfugge la nozione di diritto consuetudinario ma questa
e' colpa della mia ignoranza certamente, ma perche' pensi che
registrare un nome a dominio in Italia sia diverso dal Regno Unito:
solo perche' qui c'e' un vecchio libro chiamato Codice Civile che per
lo piu' stabilisce regole per l'agricoltura? Una lettera inutile come
la LAR e' inutile sia con sistema di civil law che di common law. Il
fatto che la LAR sia inutile non lo dicono solo gli avvocati (ammesso
che gli avvocati dicano qualcosa) ma i fatti: la LAR non e' mai
servita ad evitare problemi di sorta. Ricordate che qualcuno scrisse
di aver diritto al nome a dominio passigli.it firmando una regolare
LAR. Mi sembra semplicemente ridicolo continuare a sostenere una
utilita' della LAR senza avere il minimo supporto di uno straccio di
prova circa le proprie affermazioni.
La sola certezza e' che la LAR, cosi' come e' strutturata e come
viene gestita non ha alcun valore dal punto di vista legale (si
tratta di un fax con firma in fotocopia, quando comprerai casa sono
sicuro che ti rifiuterai di pagare il prezzo se il venditore ti
mandera' la firma via fax). Quindi a che serve la LAR: essenzialmente
a dare noia ai grandi registratori di nomi a dominio e poi a far
credere a qualche ingenuo che valga qualcosa un pezzo di carta del
genere. Vuoi la prova: pensa alla deroga alla competenza
dell'autorita' giudiziaria, non solo questo patto deve essere
specificatamente approvato (e nella LAR non lo e' visto che c'e' una
sola firma) ma se imposto ad un consumatore si tratta di patto nullo.

> Concludo con una osservazione, che riflette una mia personale
> opinione: chi segue l'attivita' del CE sa che si sta cercando di
> affrontare il problema dello spam. Io non so dire se sara' possibile
> trovare una soluzione soddisfacente e non e' questa la sede per
> dissertare dei problemi che stiamo cercando di risolvere. Quello che
> pero' va detto e' che senza la lettera AR, tout cour, senza che vi sia
> alcun valido sostituto a quell'impegno, le cose diventerebbero ancora
> piu' ardue...

Vogliamo ridere vero? Mi piacerebbe capire come fa la LAR a
combattere lo spam. Non ci riesce la FBI a combattere lo spam e tu lo
fermi con la LAR. Come incendiando i pacchi di LAR sotto casa dello
spammer?
Per favore non siamo ridicoli chi difende la LAR lo fa solo perche'
ha un proprio interesse nel fatto che le cose continuino ad andare
cosi' male in questo Paese, ma almeno si abbia il buon gusto di non
raccontare le favole.
I fatti sono questi o ci rendiamo conto che la terra e' rotonda o
restiamo nella nostra periferia a venerare il nostro dio che dice che
e' piatta nella speranza che guerre sante ci preservino dall'arrivo
dell'intelligenza che spazzera' via prima o poi l'ignoranza che frena
il progresso.
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe