TRILATE-LAR ?

Eusebio Giandomenico e.giandomenico a GORGIA.IT
Gio 24 Ott 2002 22:50:17 CEST


At 16:17 +0000 23-10-2002, Maurizio Codogno wrote:
>Se invece la "firma digitale" fatta in Comune diventa interoperabile,
>allora il problema non si pone... ma questo, ribadisco, non possiamo
>farlo noi.

Tale posizione e' corretta ma sul fatto che non possiamo fare nulla dissento.
Basterebbe inserire un paragrafo in cui la firma digitale sia
esplicitamente contemplata e la definizione della stessa sia
demandata alla RA.

At 18:51 +0200 23-10-2002, Paolo Torricelli wrote:
>Se diamo la possibilita' di scegliere, cioe' chi ha intenzione di
>fare da "notaio" e quindi riconoscere il cliente usa la firma
>digitale, parallelamente alla procedura
>attuale?


In fondo il problema del valore della firma e' un problema della RA e
se oggi accetta i fax puo' anche decidere di accettare firme PGP
definendo le modalita' di trasmissione della chiave pubblica.
EG



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe