proposta ABAG: controproposta contorta

Eusebio Giandomenico e.giandomenico a GORGIA.IT
Mar 29 Ott 2002 22:16:43 CET


At 10:52 +0100 29-10-2002, Tullio Andreatta wrote:
>Se non gli competono, perche' adesso se li assume? Ti ricordo che la
>nostra proposta prevede per il mnt che tutto possa continuare come prima.

Anche nella mia, la differenza e' che nel tuo caso il MNT certifica
l'identita' dell'assegnatario (e non so quanto cio' sia regolare),
nel mio e' usato dalla RA come canale certificato di trasmissione
della chiave pubblica, come onere e' ben diverso e se vogliamo
snellire la procedura mi sembra che la mia proposta sia piu'
appetibile, altrimenti dobbiamo considerare valida anche una modifica
del tipo "il MNT sacrifica un arto per ogni registrazione, pero' se
non vuole puo' continuare con la vecchia procedura" ma che senso
avrebbe?

>Stiamo parlando di un euro - che tranquillamente potrebbe essere a
>carico del cliente, visto che il costo di registrazione di un dominio
>non incide praticamente nulla rispetto al costo dei servizi che vi
>si affiancano.

con un euro non mandi una raccomandata con la ricevuta di ritorno
quindi e se la RA non puo' dimostrare di averla spedita tanto vale
che mandi un' e-mail

>Pensa solo che c'e' ancora chi registra domini a dicembre pagando la
>quota annuale per una manciata di giorni ...

L'ho fatto anch'io ed avevo le mie ragioni, ci sono delle formule per
calcolare la profittabilita' di un progetto..

>E comunque, se io fossi al posto della RA, lo considererei un costo
>opportunita' trascurabile. E mettiamo che alla fine della lettera ci
>sia uno spazio pubblicitario: quante aziende pagherebbero piu' di un
>euro a lettera per avere un banner li'?

io sono sempre stato orientato al prodotto piu' che al mercato e non
mi sembra una soluzione elegante per un'Authority che dovrebbe essere
"super partes"

>Certo. Pero' adesso i clienti non hanno in mano nulla; credi che siano
>cosi' tanti quelli che vanno a vedere i dati nel database del NIC?

ma quanti si lamentano della cosa?

>che controllano se l'admin-c del dominio e' ancora un loro dipendente?

questo non e' un problema del NIC, anzi potremmo promuovere la figura
professionale del domain-killer, chi becca una registrazione non in
regola viene ricompensato dalla RA (molto piu' creativa come idea
della publicita' sulle buste :-)

>  che verificano che il provider non si sia intestato il dominio a se'?

Il provider disonesto non si elimina con le regole di naming,
problema e gestione dello stesso resta invariato

>Se la firma serve solo per le comunicazioni con la RA, scommetto 20
>contro 1 che la maggioranza degli assegnatari la lascera' in mano al
>proprio provider (lo fanno adesso con la chiave lasciata in mano al
>commercialista, che ha persino un valore legale maggiore ...)

per questo ho aggiunto una limitazione:

At 21:12 +0100 29-10-2002, Eusebio Giandomenico wrote:
>chiave generata inserendo nel commento la limitazione d'uso alle
>comunicazioni con il
>nic italiano

At 10:52 +0100 29-10-2002, Tullio Andreatta wrote:
>Quindi arriva al provider. Tieni presente che di solito chi registra il
>primo dominio mette come indirizzo di risposta un indirizzo del dominio
>nuovo, che ovviamente non e' solitamente tutto configurato ...

se il messaggio rimbalza la procedura rimane aperta, i MNT che
sottoscrivono la nuova procedura sapranno adeguarsi e se proprio si
scoprono incapaci possono sempre mandare un fax.

>Resta il problema che l'assegnatario puo' facilmente sostenere di non
>avere mai avuto in mano la firma digitale - "ce l'aveva il provider,
>io non so usare la posta elettronica firmata", di non aver mai letto
>il messaggio e-mail di RA ne' tantomeno aver saputo di aver firmato
>il modulo - "firmato cosa? ma se quando ho registrato il dominio non
>avevo ancora il PC!" ...

Siamo nelle stesse condizioni di una ricusazione della firma sulla
LAR di cui si sta discutendo qui attorno, ripeto vogliamo abolire la
LAR e chiedere un atto notarile e lo chiediamo al MNT cosi' possiamo
anche definirci innovatori?

Non mi sembra tu abbia trovato motivi validi di confutazione della
mia proposta, fosse la soluzione?

EG



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe