OT, terminologia giuridica

Ettore Panella box a STARNET.IT
Dom 8 Set 2002 18:44:45 CEST


Ovviamente era un gioco per dimostrare che ogni cosa puo' essere espressa
in modo semplice e nei casi peggiori basta aumentare il numero di parole
usate (tanto ancora non ci sono tasse sul numero di parole :)

Comunque io riduco sempre allo ultra strettissimo necessario la
terminologia tecnica quando espongo qualcosa, evidentemente e' la prova che
sono un pessimo tecnico :-)

ciao

> hi,
>
> ultima reply in pubblico,
> volentieri continuiamo in privato.
>
> traduzione quasi Ok, ma io parlavo, partendo dall'esempio di
> g.navarrini a GALACTICA.IT, e mutuando  dalla tua traduzione, di 'elenco
> completo di >>>specie<<<'. L'idea č definire mammifero indicando non
> tutti i possibili (morti, vivi, e da nascere) mammiferi ma le 50 o 100
> specie di mammiferi (felini, primati, ... sorry per la zoologia
> pedestre)
>
> Il punto, a difesa di Griffini, e che se abbiamo 50 buone definizioni
> di specie, e sentiamo che hanno qualcosa di comune (sono tutte specie
> di un genere da identificare), allora possiamo in certe casi evitare di
> perderci nella  ricerca di esplicitare quel tratto comune, e
> semplicemente dire 'uno di quei cinquanta casi li". Operativamente puņ
> ben funzionare.
>
> Mi accorgo ora che l'esempio g.navarrini a cui mi riferivo era quello
> di contratto, e delle sue possibili specie: "vendita, locazione,
> appalto, somministrazione, transazione, ecc.".
>
> Quindi non 'l'elenco completo delle circostanze in cui la norma [= il
> termine contratto] va applicata' (= tutte le singole strette di mano?),
> ma l'elenco  di cui sopra.
>
>saluti mario
>
> ps breve commento anche sotto.
>
> At 17.45 06/09/02 +0200, Ettore Panella wrote:
>>Per gioco ho provato a tradurre il tuo scritto in termini piu'
>>elementari, ci sono riuscito? Ho reso quello che volevi dire?
>>
>>Ho scelto la tua mail perche' era la prima che mi e' capitata ed quella
>>piu' facile :-)
>>
>>>
>>> Potrebbe comunque essere che la 'definizione' migliore del termine
>>> (generale) 'intesa' sia per enumerazione esaustiva delle sue (in
>>> numero finito?) specie. Ovvero, il rischio di 'lasciare fuori'
>>> qualche specie dalla enumerazione mi sembra pari a quello di
>>> formulare una
>>> caratteristica comune di cui sia difficile  decidere quali casi
>>> comprenda e quali no.
>>>
>>
>>La definizione migliore del termine generale consiste nell'elenco
>>completo dei suoi elementi, che riferito al nostro argomento di
>>discussione potrebbe essere l'elenco completo delle circostanze in cui
>>la norma va applicata.
> [vedi sopra]
>>Penso che il rischio di non riuscire a descrivere un elenco completo di
>>casi  possibili sia pari  al rischio di creare una categoria generica i
>>cui limiti non siano ben definiti. [si]
>>
>>> m.
>>
>>Se ho tradotto bene dico che non sono daccordo, ma questo e' un
>>dettaglio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe