Le Regole di Naming NON sono scritte in piccolo, nascoste chissa' dove.

Control C master a CHIARI.NET
Gio 28 Ago 2003 14:25:44 CEST


Mario,

se dovessi sparare un paio di magie di internet, direi proprio:

A) Il dominio pubblico, non proprietario, non politico, dei protocolli.
B) La distribuzione IN USO e non IN PROPRIETA' degli oggetti.

Stralegittimissimo ogni diverso parere: ma non la si chiami piu'
Internet, per decenza.

chiari mario wrote:

> ............. Domanda: siccome i nomi, sembrerebbe quindi,  non sono di
> nessuno,  pertinente parlare di concessione in uso?)

La risposta e' di pubblico dominio:
ttp://www.nic.it/NA/regole-naming-curr.html

> 2. Compiti della Registration Authority Italiana
>
> La RA gestisce e mantiene il database dei nomi a dominio sotto il ccTLD
> "it", detto anche "Registro dei Nomi Assegnati" (RNA). Le modalita'
> operative generali della RA derivano dalle specifiche ISO 9834-1,
> RFC1591 e ICANN ICP-1 e successivi aggiornamenti.
>
> Alla RA e' affidata la verifica della rispondenza delle richieste di
> assegnazione in uso dei nomi a dominio al presente Regolamento ed alle
> Procedure Tecniche di Registrazione.
>
> La RA provvede alla registrazione e assegnazione in uso dei seguenti
> oggetti relativi ai nomi a dominio all'interno del ccTLD "it" (ISO
> 3166), compresa la parte geografica:
>
>      a) nomi a dominio secondo lo standard ISO/IEC 10021 e successivi
> aggiornamenti;
>      b) nomi a dominio secondo gli standard IPS RFC822, RFC1034, RFC1035
> e loro successivi aggiornamenti;
>      c) regole di traduzione tra lo standard ISO/IEC 10021 (ITU X.400) e
> IPS RFC822 secondo lo standard IPS MIXER (RFC2156) e
>      successivi aggiornamenti;
>      d) "relative distinguished names" secondo lo standard ITU X.500 e
> successivi aggiornamenti.
>
> 3. Nomi a dominio
>
> I nomi a dominio vengono assegnati in uso dalla RA ai richiedenti,
> seguendo l'ordine cronologico delle richieste, come definito dalle
> Procedure Tecniche di Registrazione.
>
> I nomi a dominio hanno la sola funzione di identificare univocamente
> gruppi di oggetti (servizi, macchine, caselle postali, etc) presenti
> sulla rete.
>
> 4.Registrazione
>
> I nomi a dominio all'interno del ccTLD "it" possono essere assegnati in
> uso a soggetti appartenenti ad un paese membro dell'Unione Europea.

QUESTE sono le Regole di Naming cui fa vincolo di riferimento la LAR
sottoposta alla discrezionale considerazione del richiedente.
E che recita:

> Il sottoscritto, richiedente il dominio in oggetto, in particolare
> dichiara sotto la propria responsabilita':
>
> a) di essere a conoscenza e di accettare che l'assegnazione di un nome a
> dominio e la sua registrazione sono soggette alle regole di Regole di
> Naming ed alle Procedure Tecniche di registrazione stabilite dalla
> Naming Authority Italiana;

A questo punto i casi sono due: io leggo e, se sono d' accordo, firmo.
Se non sono d' accordo, non firmo.

Giorgio
:::::::



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe