Uno squatter che ha guadagnato qualcosa... :-)

mntner@interazioni.it mntner a INTERAZIONI.IT
Gio 28 Ago 2003 23:13:20 CEST


At 27/08/03 27/08/03 +0200, you wrote:

>"Aggiotaggio, consistente nel fatto di chi diffonde notizie false ovvero
>pone in essere operazioni simulate o altri artifici, concretamente idonei a
>cagionare una sensibile alterazione del prezzo di strumenti finanziari,
>ovvero ad incidere in modo significativo sull'affidamento del pubblico
>nella stabilità patrimoniale di banche o gruppi bancari"

L'aggiotaggio non si riferisce solo ad operazioni puramente finanziarie o a
false operazioni, ma a qualsiasi tentativo, specialmente di acquisto, che
provochi il falsamento artificioso del mercato a danno della concorrenza e
dei consumatori, in ogni possibile settore (e non solo quello finanziario).
In genere è un accaparramento di risorse effettuato per avere il controllo
del mercato su quelle risorse.

Qui abbiamo una società che tenta di accaparrarsi tutti i diritti della
parola "automobile", a danno dei concorrenti e dei consumatori che vedono
ridotta la possibilità di scelta.


>Riporto testualmente dal dispositivo della PDR:
>
>"A parere dello scrivente Saggio, indipendentemente dalla circostanza che
>l'offerta commerciale sia stata predisposta a seguito dell'interesse
>manifestato dal ricorrente all'acquisto del nome a dominio contestato, la
>rilevante differenza esistente tra il prezzo di acquisto del nome a dominio
>da parte della resistente e quello di cui all'offerta presentata dalla
>resistente medesima alla ricorrente non trova alcuna valida giustificazione
>se non in un evidente intento speculativo.
>Si ritiene che detta differenza di prezzo costituisca una circostanza
>sufficiente per ritenere che la registrazione sia avvenuta con l'intento di
>trarre un profitto dalla vendita dello stesso ovvero con un comportamento
>che contiene in sé tutti i crismi tipici della malafede.
>A ciò si aggiunga che la somma di Euro 52.000 richiesta per la cessione del
>nome a dominio non trova  alcuna plausibile  giustificazione : non ci sono
>spese di creazione del sito, di consulenza e/o marketing, di avvio di
>un'attività legittimamente connessa al nome di dominio in oggetto.
>Al proposito il Saggio osserva che il sito
><http://www.automobili.it/>www.automobili.it, nonostante l'acquisto dello
>stesso da parte della Fo.pi Investimenti sia avvenuto in data 5 Ottobre
>2001, risulta sostanzialmente inutilizzato e inattivo.
>Si rileva inoltre che il nome a dominio non è in alcun modo collegato al
>nominativo della resistente né tantomeno è connesso all'attività
>commerciale dalla stessa esercitata.
>A parere del Saggio, tutti gli elementi sopra indicati costituiscono indizi
>sufficienti per considerare provata l'esistenza di uno stato di malafede in
>capo al soggetto resistente."
>
>Condivido pienamente l'opinione del Saggio.

Appunto, e che vuol dire? Che il saggio vuol fare il moralista anziché fare
il saggio imparziale, ed applica la sua visione da moralista ad una sentenza.

>Il punto e' proprio questo: le regole attuali consentono la cessione dei
>nomi a dominio, ma impediscono l'accaparramento e il cybersquatting.
>Registrare domini "per mio uso futuro", salvo poi cederli per cifre
>esorbitanti, a mio parere costituisce cybersquatting.

Da NA ed RA mi aspetto regole tecniche, non regole morali.
Se mi accorgessi che NA ed RA facessero del moralismo una regola, allora
andrei subito in tribunale per far rispettare i miei diritti.

Ciao,

Tonino


------------------------------------------------------------
          Inter a zioni           Interazioni di Antonio Nati
       Tel. +39 06 7239.4014     http://www.interazioni.it
       Fax  +39 06 7239.4015        info a interazioni.it
------------------------------------------------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe