Uno squatter che ha guadagnato qualcosa... :-)

chiari mario chiari.hm a FLASHNET.IT
Mer 27 Ago 2003 17:58:44 CEST


NO,

io compro un biglietto della lotteria per 18 euro.
il tizio viene e rilancia fino a 1000.
io glielo vendo, grazie a un qualche calcolo (di 'utilitÓ attesa'?) sulla
bassa probabilitÓ di vincere (o i costi di raccogliere la vincita)

Ovvero, il punto ovviamente Ŕ se il nome di dominio, al momento della
registrazione, era sufficientemente non noto, o genericamente noto, da
essere la scomessa sulla sua futura fama +/- equivalente a una scomessa
alla lotteria.

Il caso del cybersquatting Ŕ quando un nome ha giÓ una fama assodata,
specifica.

credo  :-)
ciao
mario

At 12.09 27/08/03 +0200, Gian Carlo Ariosto wrote:
>At 11.58 27/08/03 +0200, Vittorio Bertola wrote:
>>A questo punto pero' finiamo per fare un processo alle intenzioni...
>>Voglio dire, mi sembra del tutto normale che una persona registri un
>>dominio in perfetta buona fede, anche senza usarlo subito, ma sia poi
>>disponibile a cederlo a fronte di una offerta in denaro significativa;
>>questa transazione non implica automaticamente che l'intenzione fosse
>>quella di venderlo fin dall'inizio, e quindi il fatto che un dominio
>>venga venduto non implica necessariamente che ci fosse mala fede fin
>>dall'inizio.
>
>Allora, facciamo un esempio:
>Io registro oggi ffkjhfgftghj.it, e spendo (ad esempio) 18 Euro.
>Tra un mese, si fa avanti un tizio, che mi propone di cederglielo a 50 Euro.
>Gli rispondo di no. Il tizio rilancia: 100 Euro. Gli dico ancora di no.
>Per farla breve, quando arriva a 1000 Euro, accetto e glielo cedo: i miei
>18 Euro sono diventati 1000 in un mese (forse manco il traffico di droga
>rende cosi' tanto!).
>Anche se non avessi avuto intenzione di venderlo fin dall'inizio, mi sono
>comportato da cybersquatter. Non sei d'accordo?
>
>Cordiali saluti.
>Gian Carlo Ariosto
>
>  /*\  .. . . . . . . . . . . . .
>  \ / . ASCII Ribbon Campaign .
>   X .- NO HTML/RTF in e-mail .
>  / \ .- NO Word docs in e-mail.
>/   \ .. . . . . . . . . . . . .
>
>
>
>
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe