Uno squatter che ha guadagnato qualcosa... :-)

MNT-TEV - Enzo Viscuso enzoviscuso a TIN.IT
Gio 28 Ago 2003 17:56:48 CEST


Il ragionamento non fa una grinza:
"il dominio, come il numero di telefono e la targa dell'auto
non sono tuoi, ma in uso: finche' paghi e' tuo, poi non piu'".
Quindi non puo' essere ceduto, se non con il consenso del proprietario
(il NIC? che a sua volta l'ha avuto in gestione da ICANN?).
Se pero' teniamo buono questo ragionamento (a me sta bene)
cadono tutti i discorsi di associazione del nome a dominio con i marchi.
In realta' anche i marchi funzionano cosi': si paga una tassa
iniziale, e poi una periodicamente, alla CCIAA. Quindi non e' tuo.
Registrare un marchio, per chi non lo sapesse, costa
quanto registrare un .com (se lo fai da te) ed e' piu' semplice che
registrare un .it;
e mantenerlo costa meno che mantenere un .it; per cui io adesso, dopo la
vicenda Armani, sto facendo registrare
ai miei clienti il marchio corrispondente al dominio, anzi penso che faro'
un'offerta dominio+marchio.
Addirittura faccio registrare il marchio comprensivo di ".it" o ".com",
ancora meglio.
Per cui potrebbe succedere che io "rubo" (si dice cosi') un dominio
a qualcun'altro perche' corrisponde al mio marchio. Poi mi dimentico di
pagare il rinnovo del marchio: cosa succede??? Il dominio puo' tornare al
precedente assegnatario?

Vincenzo.

P.S.
Io revocherei immediatamente il dominio "cctld.it" a chi l'ha
registrato perche' e' un nome super-riservato.
;-)



----- Original Message -----
From: "Control C" <master a CHIARI.NET>
To: "Vittorio Bertola" <vb a BERTOLA.EU.ORG>
Cc: "Assembly of the Italian Naming Authority" <ITA-PE a NIC.IT>
Sent: Thursday, August 28, 2003 10:28 AM
Subject: Re: Uno squatter che ha guadagnato qualcosa... :-)


Vittorio Bertola wrote:
>
> On Wed, 27 Aug 2003 17:14:47 +0200, you wrote:
>
> >> Se lo fai con un quadro, un'automobile, un appartamento, un
francobollo, un
> >> libro raro, addirittura con un marchio registrato nessuno ti dice
niente. E
> >> perché con un dominio non vale?
> >
> >Per il motivo piu' atavico e selvaggio del mondo, Tonino, perche' non e'


> >TUO: ti e' stato assegnato IN USO, alle condizioni di chi ne mantiene e
> >gestisce il database.
>
> Innanzi tutto faccio notare che il diritto d'uso e' qualcosa che viene
> normalmente commerciato esattamente come il diritto di proprieta':

Mi fido: dimmi quanto vuoi per il tuo numero di telefono fisso e per la
targa della tua macchina.

Giorgio
:::::::



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe