come eleggere?

ros shine a NETFLY.IT
Lun 1 Dic 2003 11:49:56 CET


At 11.15 01/12/03 +0100, you wrote:
>Ettore,
>
>vediamo se ho capito la tua proposta.
>
>-- esiste una entità, la NA, i cui membri sono esperti/cultori di
>Internet,e da questo deriva legittimità ed autorevolezza. La membership è
>per cooptazione dai già membri, immagino sulla base di credenziali di un
>qualche tipo. (come evitare l'iscrizone di 100.000 persone?) L'assoluta
>volontarietà, e la mancanza di affiliazioni dichiarate, rende (si spera :-)
>) i membri della NA liberi di agire solo in scienza e coscienza.


E' da molto tempo che non intervengo. Per scelta. E per i motivi che seguono:

a- la discussione si è arenata intorno alla "natura giuridica" di un
organismo che fa fatica a riflettere sulla sua "natura politica" (implicita
nel concetto stesso di "rappresentanza" degli interessi di qualcuno)

b- il tutto si svolge in un forte clima di incertezza e di ambiguità
determinato dal fatto che - al momento - il governo non ha ancora espresso
la sua decisione su cosa farne della NA. Decisione che - a mio parere - ha
preso già da lungo tempo ma che - per sfinire sul nascere l'eventuale
conflitto - non comunica (Sono infatti del parere che la NA farà la fine di
tutte le altre cosiddette "autorità", vale a dire che saranno prima
delegittimate, poi esautorate infine "riportate all'ordine costituito",
vale a dire sottoposte ad un'autorità giuridica con legittimazione politica
ben precisa (es. la presidenza del consiglio).

c- se così diventa parimenti inutile ragionare su una forma associativa che
non avrà di fatto e di diritto alcun potere ma che sarà al più piegata ad
un ruolo consulenziale su un pò (nemmeno tutte) di questioni tecniche.
Soprattutto se questa fantomatica associazione ragiona in termini di
tecnoelite (leggi pure "ceto" o "corporazione") che si autolegittima e
peggio ancora coopta. In altre parole...si colloca - da sola - ai confini
della democrazia prestando il fianco agli attacchi (a questo punto feroci)
di ogni persona che si ritenga un esperto e quindi un dignitaro di corte
con diritto ad essere cooptato.
Se quindi la storia insegna qualcosa, queste sono le premesse giuste per
essere definitivamente messi all'indice e presentati dalla stampa (a questo
punto nutrita a dovere da chi al governo fa un altro gioco: vedi punto a)
come il circolo canottieri - un pò fuorimoda - della cultura digitale
italiana che si intrattiene in ameni discorsi millantando un potere che di
fatti non ha.

Siamo seri. Non si può stare con un piede dentro ed uno fuori. Meglio fuori
ma con dignità.
rosanna





>-- le componenti organizzate della LIC, ovvero dei diversi interessi,
>propongono dei loro Rappresentanti per un Comitato Regole;
>
>-- la NA ratifica le proposte della componenti, ovvero costituisce un
>filtro al fine che i Rappresentanti soddisfino criteri minimi di competenza
>e professionalità.
>
>Si tratterebbe di un sistema misto, su cui ho i dubbi di fondo già
>elaborati da Vittorio.
>
>Ma i problemi che poni sono ovviamente centrali.
>
>Benchè il dato da cui partire è costruire un   sistema centrato su un
>tavolo di rappresentanti di 'componenti', il problema è fissare dei
>paletti: quali componenti, da chi rappresentate, come rendere trasparente
>il loro lavoro, come tenere  il sistema aperto ed evitare capture dai più
>organizzati, ecc..
>
>il silenzio della NA su tutto ciò è autolesionista.
>
>mario
>
>
>
>At 00.15 01/12/03 +0100, Ettore wrote:
> >



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe