Su .it. Analisi delle questioni.

chiari mario chiari.hm a FLASHNET.IT
Ven 5 Dic 2003 10:06:44 CET


At 00.31 05/12/03 +0100, Alessandro Ranellucci wrote:
>On 4-12-2003 at 15:49, chiari mario wrote:
>
> >>- la retribuzione dei membri del CE;
> >dipende da chi nomina. Le categorie di entitเ for-profit se li
> >pagano. Gli altri potrebbero ricevere da un fondo minimo costituito
> >per la normazione.
>
>Eh, qui non siamo d'accordo. Se stessimo parlando di un Policy Advisory
>Board, o in ogni caso di un comitato consultivo, sarei d'accordo: le
>componenti hanno proprio interesse a farsi sentire e quindi ad essere
>presenti.

allora, se la partita ่ persa, ่ avremo un PB della RA invece che un CE
della NA, allora - tua proposta? - Vittorio se lo paga isoc.it; se la
partita non ่ persa, e avremo un CE della NA, Vittorio - tua proposta? - se
lo paga la NA.
..


>Suggerimento a tutti per ingannare l'attesa dell'assemblea: rileggersi
>lo statuto di Nominet.uk o di CIRA!
>
>
> >>ศ chiaro che serve la collaborazione della RA. E se quella
> >>collaborazione non dovesse esserci, si chiuderebbe qualsiasi
> >>discorso.
> >Si, fattualmente. De jure, io penso in parte  su una analogia:
> >ICANN, Verisign, (e nascosto il DoC)// NA, IIT-CNR (MinCom)
>
>Questa analogia non ่ molto positiva :)

Io intendo come descrizione di uno scenario realistico, ma migliore di
quello per cui si muove la IIT, in analogia con la situazione, per es., di
.us: concessione governativa a un ente di gestione, PB con compiti minimi,
vigilanza da lontano del MinCom.

ciao mario



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe