La nuova onnipotente commissione (era: c'e' bisogno del vostro contributo)

mntner@interazioni.it mntner a INTERAZIONI.IT
Ven 19 Dic 2003 16:04:39 CET


At 19/12/2003 19/12/2003 +0100, Enzo Fogliani wrote:

>Le associazioni autominate ed autoreferienziate sono quelle che hanno
>fatto funzionare e fanno funzionare Internet in Italia. Il tuo
>ragionamento andrebbe bene se fossimo in America, dove effettivamente
>Internet e' nato sotto l'impulso governativo.
>In Italia, invece, se avessimo dovuto aspettare il governo, saremmo ancora
>all'età della pietra (informatica, ovviamente).

Va bene, ma questa situazione è cambiata, lo stato si è accorto di
Internet, ed allora mi sembra giusto che entri in campo qualcuno che può
tutelare quei quaranta e più milioni di persone che in Italia sono esclusi
da Internet e non sono rappresentati da nessuna associazione di parte.

>>Sembra come se, paragonando tutto sempre al codice stradale, associazioni
>>di carrozzieri e carburaturisti, insieme a qualche gentiluomo di campagna,
>>appassionato di auto, debbano decidere il codice della strada, e si
>>arrabbiano se il governo, la FIAT, la società Autostrade e l'ANAS cerchino
>>di avere voce in capitolo (dando ovviamente per scontato che pedoni e
>>automobilisti non contino niente).
>
>Internet non è la strada, ed il progetto del codice della proprieta'
>industriale non e' il progetto del codice della strada. Il paragone poi
>non regge affatto. Se permetti, chi ha fatto andare Internet in Italia non
>è paragonabile ai carrozzieri ed ai carburatoristi, ma semmai a Fiat, Anas
>e società autostrade.

L'Internet di massa, usata e seguita da gente comune e non da iniziati, è
iniziata quando Tiscali e poi Telecom, Infostrada, Wind hanno introdotto
gli abbonamenti gratuiti, e soprattutto hanno permesso a tutti di
collegarsi da tutt'Italia facilmente ed a prezzi accessibili, saltando a
piè pari una gran massa di provider incompetenti e dilettantistici
(ovviamente non tutti, ma parecchi).

Però vedo che Telecom, Tiscali, ecc. qui sono viste come il fumo negli occhi.

Loro sono FIAT, Autostrade, ANAS ed AGIP. Con tutto il rispetto, i
precedenti erano solo pioneri (e neanche tanto, visto che per lo più hanno
solo copiato quello che si faceva negli Stati Uniti).

>>Personalmente, trovo perfettamente lecito che le regole siano decise da
>>parlamento/governo/ministero, con la consultazione di
>>enti/organismi/associazioni esterne.
>
>E' quello di cui ci si lamenta in questa sede. Da quel che sembra, il
>governo sta per l'appunto decidendo senza assolutamente consultare enti /
>organismi / associazioni esterne. Esattamente come e' successo per i
>precedenti disegni di legge, da cui il presente progetto di codice
>riprende molto.

Su questo siamo totalmente d'accordo.

Peccato che l'impressione che io ho, da quello che leggo in lista, e da
quello che ho capito dai pochi resoconti della riunione annuale, è che la
N.A. cerchi disperatamente di difendere un orticello di potere che si è
conquistato quando non c'era nessuno in grado di contrastarla, e che questo
sia il suo unico fine.

Ripeto, sembra, almeno a me.

Ciao,

Tonino

>Con molti saluti,
>
>Enzo Fogliani
>
>-------------------------->>>  <<<--------------------
>Avv. prof. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
>Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
>http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it
>
>

------------------------------------------------------------
          Inter a zioni           Interazioni di Antonio Nati
       Tel. +39 06 7239.4014     http://www.interazioni.it
       Fax  +39 06 7239.4015        info a interazioni.it
------------------------------------------------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe