R: Principi base della governance tripartita

Mario Pisapia mario.pisapia a TIN.IT
Mer 17 Dic 2003 02:33:39 CET


From: Vittorio Bertola <vb a bertola.eu.org>

> .....................
> Naturalmente e' un testo diplomatico, ma in sostanza riconosce che la
> governance della rete deve essere tripartita, includendo i governi, il
> settore privato (operatori) e la societa' civile (utenti). (Gli amanti
delle
> finezze noteranno che tutti hanno un "important role", tranne le
> organizzazioni inter-governative, che hanno solo un "facilitating role".
> Naturalmente, d) riguarda ITU mentre e) riguarda ICANN e IETF.)

E' interessante l'opinione di Vittorio Bertola e condivido le parole che ho
riportato, perchè sono convinto che qualunque ente assuma il compito di
governare la rete nel nostro Paese non possa prescindere da un
riconoscimento dello Stato o, per usare la definizione di Stefano Trumpy e
Luca Sambucci, da quella 'mano sulla spalla'. Certamente, però, il progetto
di codice presenta alcuni aspetti della disciplina che dovrebbero essere
modificati, quali ad esempio la costituzione e i poteri della Commisione, in
cui non si tiene adeguatamente conto della rappresentanza della LIC.

Mi piacerebbe leggere le relazioni sull'argomento di Claudio Allocchio e di
Gianbattista Frontera, che si è limitato per il momento a poche battute.

Saluti
Mario Pisapia



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe