Prima bozza verbale assemblea NA del 9 dicembre

Daniele Vannozzi Daniele.Vannozzi a IIT.CNR.IT
Mar 23 Dic 2003 11:49:03 CET


Vi invio la prima bozza del verbale dell'assemblea della NA che si e'
tenuta a Pisa lo scorso 9 dicembre. Per comodita' vi allego sia la
versione testo che la versione "Word".
Con l'occasione auguro a tutti un buon natale ed un felice anno nuovo.

                Daniele

------------------------------- versione testo -------------------------


                      Naming Authority Italiana

                   Verbale dell'Assemblea Annuale

                        Pisa, 9 dicembre 2003
                 Area della Ricerca del CNR di Pisa

                              - bozza -


         L'elenco Partecipanti è riportato nell'Appendice 1



Ordine del Giorno

   1)  Amministrazione e Logistica - Segreteria - Minute - Revisione
      Agenda.
   2)   Disamina verbale riunione precedente (già approvato via  e-
      mail).
3)  Revisione action items riunione precedente.
4)  Relazione del Presidente sulle richieste di
iscrizione/cancellazione pervenute entro il 5 dicembre 2003 e
delibere relative.
5)  Elezione di Presidente e Vicepresidente.
6)  Discussione e voto sulle mozioni presentate in lista ita-pe:
        a)  mozione di autoriforma proposta da Mario Chiari;
b)  mozione di nullità del MoU proposta da Mario Chiari;
c)  mozione relativa alla proposta di non eleggere il CE ed alla
proposta Monti
7)   Elezione  di  CE o PB a seconda di quanto deliberato  sulle
      mozioni di cui al punto precedente.
8)  Discussione sullo stato della NA, sulle possibili riforme
interne e sulle prospettive future; adozione di tutte le delibere
conseguenziali.
9)  Varie ed eventuali



1)Amministrazione e Logistica - Segreteria - Minute - Revisione
   Agenda

     La  riunione  ha  inizio  alle ore  11:15.  Claudio  Allocchio
     ringrazia  l’Area della Ricerca del CNR di Pisa e lo  IIT  per
     l’ospitalità  e  lo  IIT-RA per aver posticipato  la  riunione
     annuale dei contributori.
     Verificato  il numero dei presenti, e constatata  la  presenza
     del  numero legale per la validità dell'assemblea,  da  inizio
     alla stessa.

     Le  funzioni di segretario sono svolte da Daniele Vannozzi che
     tiene anche le minute della riunione.

     Claudio  Allocchio,  ricordando che l'assemblea  è  sovrana  e
     come  tale  può  decidere sul suo svolgimento,  propone  anche
     sulla  base delle discussioni avvenute sulla lista  ita-pe  in
     precedenza,   una   modifica  dell'odg   ed   in   particolare
     l’inversione del punto 5 (“Elezione del Presidente e del  Vice
     Presidente  della  NA”) con il punto 6  (“Discussione  e  voto
     sulle   mozioni  presentate  in  lista  ita-pe”),  l'assemblea
     approva la modifica dell'odg dopo una breve discussione.

     Claudio  Allocchio  ricorda a tutti  i  partecipanti  che  gli
     archivi  della lista sono pubblici ed accessibili  a  chiunque
     lo desideri presso la seguente URL:

          http://www.nic.it/RA/servizi/listserv/index.html

     mentre  l'iscrizione alla lista è regolata da quanto  previsto
     dallo  statuto  della Naming Authority Italiana,  all'articolo
     5.


2)Disamina verbale riunione precedente (già approvato via e-mail).

   Approvato definitivamente senza ulteriori modifiche e archiviato
   sul server della Naming Authority Italiana alla url:

        http://www.nic.it/NA/verbali/na-020520.txt


3)Revisione action items riunione precedente.


     Nessuna azione pendente dalla scorsa riunione

4)Relazione del Presidente sulle richieste di
   iscrizione/cancellazione pervenute entro il 5 dicembre 2003 e
   delibere relative.

   Claudio   Allocchio  presenta  all'assemblea  le  richieste   di
   iscrizione  pervenutegli  dalla scorsa  riunione  dell'Assemblea
   della  Naming  Authority Italiana tenutasi a Roma il  20  maggio
   2002, ricordando i principali punti che regolano l'iscrizione  e
   la cancellazione nella NA.

   Per  quel che riguarda le richieste d'iscrizione presentate come
   “art. 5b”, Claudio Allocchio presenta le motivazioni di ciascuna
   richiesta, ed esprime il proprio parere consultivo su di esse.

   Richieste Iscrizioni articolo 5.a

     21.05.2002    MNT-WITCOM - Massimo Zironda
     21.05.2002    MNT-WEBSERVICE - Giuseppe Atorino
     21.05.2002    MNT-INGB - Franco Levratti
     21.05.2002    MNT-MICRODATA - Carmelo Cilia
     21.05.2002    MNT-INTENET - Alberto Zuin
     21.06.2002    MNT-AGONET - Francesco Merenda
     01.08.2002    MNT-INDEMA - Paolo Schiavini
     09.09.2002    MNT-DEVELOPE - Vincenzo Vigano
     06.11.2002    MNT-TECHNORAIL - Stefano Cecconi
     06.11.2002    MNT-EUWEB-INITIATIVES - Silvio Porcellana
     30.12.2002    MNT-EUROSOLUTION - Antonina Giammarinaro
     09.01.2003    MNT-IEF - Elena Bonaldi
     09.01.2003    MNT-KYNESTE - Gianluca Sironi
     09.01.2003    MNT-INSYSTEM - Alessandro Cassinari
     09.01.2003    MNT-AMBERNET - Renato Murgolo
     09.01.2003    MNT-REALNAME - Renato Degli Esposti
     09.01.2003    MNT-INTERAZIONI - Antonio Nati
     09.01.2003    MNT-EXESER - Gianluigi Capra
     10.01.2003    MNT-DBMNET - Daniele Giuliani
     26.02.2003    MNT-STARNETWORK - Stefano Panella
     17.03.2003    MNT-EUWEB-INITIATIVES - Enrico Petrucci
     17.03.2003    MNT-GRIFONLINE - Lorenzo Busatti
     27.05.2003    MNT-AVANTGARDE - Michele Liguori
     27.05.2003    MNT-VERBASOFT - Daniele Piselli
     27.05.2003    MNT-IUNET-REGISTER - Franco Petruzzelli
     09.06.2003    MNT-EASYINT - Emilio Anzon
     09.06.2003    MNT-TENNET - Nicola Lorusso
     09.06.2003    MNT-NICE - Alessandro Bucci
     16.06.2003    MNT-TAONET - Daniele Rizzo
     16.06.2003    MNT-TLDNAMES - Calogero Cammarata
     16.06.2003    MNT-INDUSTRIEDIGITALI - Vittorio Alfieri
     16.06.2003    MNT-CEG - Francesco Rizzo
     29.11.2003    MNT-REGISTER - Claudio Corbetta
     29.11.2003    MNT-NETFARM - Gianluigi Tiesi
     29.11.2003    MNT-LGMGROUP - Lorenzo Monteleone
     29.11.2003    MNT-3DA - Angelo Domeneghini
     06.12.2003    MNT-TUONOME - Gianluca Pellegrini
     06.12.2003    MNT-AB-NET - Stephen Armato
     06.12.2003    MNT-POL - Massimo Artusi
     06.12.2003    MNT-EUCHIA - Felice Balsamo
     06.12.2003    MNT-ITALCOM - Corrado Viola
     06.12.2003    MNT-TERZOMILLENNIO - Vittorio Vezzola
     06.12.2003    MNT-NETBLISS - Sandra Parente
     08.12.2003    MNT-DONAT - Donato Molino

   Richieste Iscrizioni articolo 5.b

     31.05.2002 R-Cristina De Marzi
     31.05.2003 R-Francesco Gradozzi
     05.07.2002 R-Enrico Tinazzi
     05.07.2002 R-Alessandro Sannini
     06.07.2002 R-Dario Curti
     22.07.2002 R-Antonio
     22.07.2002 R-David D'agostini
     01.08.2002 R-Michele Del Coco
     14.08.2002 R-Marco Pierani
     23.09.2002 R-Giuseppe Brandi
     12.10.2002 R-Guido Perrotta
     12.10.2002 R-Luca Diana
     06.11.2002 R-Mario Ianulardo
     12.11.2002 R-Damiano Marinelli
     12.11.2002 R-Massimo Manduchi
     30.12.2002 R-Fabio Pietrosanti
     30.12.2002 R-Sergio Francini
     09.01.2003 R-Luca Escoffier
     09.01.2003 R-Jacopo Paoletti
     26.02.2003 R-Giorgio Zamperetti
     05.05.2003 R-Manuel M. Buccarella
     05.05.2003 R-Manuel Fabris
     27.05.2003 R-Andrea Fanfani
     16.06.2003 R-Daniele Repetto
     16.06.2003 R-Marcello Cama
     16.06.2003 R-Andrea Ronchi
     02.09.2003 R-Angelo Soldani
     02.09.2003 R-Enrico Paratore
     29.11.2003 R-Luca Armani
     29.11.2003 R-Alessandro Mantelero
     29.11.2003 R-Alessandro Biasiolo
     29.11.2003 R-Gianluca Giammatteo
     06.12.2003 R-Marco D'Itri


   Iscrizioni articolo 5.c

     Nessuna


   Dimissioni

     24.05.2002 AXOADI-MNT Alberto De Nova
     26.05.2002 STAFF-MNT Lorenzo Lo Vecchio
     10.07.2002 Antonello Busetto (cambio incarico)
     01.08.2002 P - Francesco Rampone
     04.08.2002 TUNDA-MNT Giorgio Brojanigo
     07.08.2002 MNT-DKX - Giuseppe Perugini
     09.08.2002 MNT-ITTC - Claudio Panciroli
     09.09.2002 Cristiano Di Carlo (cambio incarico)
     16.09.2002 GALACTICA-MNT Lorenzo Podesta'
     24.01.2003 MNT-AGORA - Rodolfo Rossi
     12.03.2003 P - Giorgio Griffini
     12.03.2003 MNT-DEVELOPE - Vincenzo Vigano
     17.03.2003 MNT-EUWEB-INITIATIVES - Silvio Porcellana
     (sostituzione)
     09.06.2003 NICE-MNT - Dino Costanza (Nice) (sostituzione)
     29.11.2003 REGISTER-MNT Bruno Piarulli (sostituzione)

Cancellazioni proposte:

     Marco Barbuti
     Bruna Emanuelli
     Alberto Fossati
     Luca Gentili
     Francesco Gradozzi
     Mauro Infante
     Giorgio Jannuzzi
     Samuele Landi
     Giorgio Locati
     Massimo Melica
     Vittorio Moccia
     Antonio Parisi
     Elena Pettinicchio
     Nicola Roserba
     Luca Venturini
     Davide Yachaya

   L'assemblea  dopo una breve discussione approva la cancellazione
   delle  persone  proposte  da  Claudio  Allocchio  con  la   sola
   eccezione  di  Massimo  Melica  e  l'iscrizione  delle  seguenti
   persone:

     Cristina De Marzi
     Francesco Gradozzi
     Enrico Tinazzi
     Alessandro Sannini
     Dario Curti
     Mario Ianulardo
     Fabio Pietrosanti
     Manuel M. Buccarella
     Andrea Fanfani
     Marcello Cama
     Enrico Paratore
     Luca Armani
     Alessandro Mantelero
     Alessandro Biasiolo
     Gianluca Giammatteo
     Marco D'Itri


     Al termine della discussione la situazione degli iscritti
     alla lista risulta:

          Iscritti prima dell'assemblea     350
          Nuovi iscritti        15
          Cancellazioni         15

          Totale iscritti 350


5)Discussione e voto sulle mozioni presentate in lista ita-pe:

Claudio  Allocchio  illustra la sua proposta  partendo  dai  fatti
salienti degli ultimi mesi della lista ita-pe evidenziando anche i
passi  e  le modifiche apportate negli ultimi mesi alle  regole  e
procedure  di  naming del ccTLD “it”. Ritiene  inoltre  importante
tener  conto, per il processo di ridefinizione degli scopi  e  dei
compiti della NA, anche delle discussioni avvenute al “tavolo  dei
domini”  ed  in  particolare dei punti dove si era  raggiunta  una
convergenza.
Claudio Allocchio illustra brevemente la proposta di Mario Chiari,
volta  a  non alterare il meccanismo attuale di funzionamento  del
ccTLD  “it” (NA e RA) e conseguentemente di considerare  nullo  il
MoU   sottoscritto  tra  RA  e  NA,  invitandolo   ad   illustrare
direttamente  le sue due mozioni all’assemblea. Claudio  Allocchio
invita altresì Andrea Monti ad illustrare la sua mozione.

a) mozione di autoriforma proposta da Mario Chiari;

Mario Chiari illustra brevemente la sua mozione inviata nei giorni
scorsi sulla lista ita-pe. Il testo completo della mozione è il
seguente:

L'Assemblea  della  Naming Authorithy, riunitasi  in  Pisa,  il  9
Dicembre 2003, considerate le proprie funzioni regolamentari nella
formulazione delle regole per la registrazione dei nomi a  dominio
nello spazio italiano, secondo protocolli sia IPS sia OSI;

Considerata la propria storia e le fonti della propria legittimità
ad       agire       come      documentate       alla       pagina
http://www.nic.it/NA/nastory.html;

Riconoscendo di agire, pur nell'evoluzione delle proprie  modalità
organizzative e nella difesa della propria autonomia,  ad-interim,
ancora  in attesa delle decisioni dell'allora Commissione TLC  del
Ministero  PPTT,  ovvero  di chi ne ha assunto  le  responsabilità
nell'evoluzione dell'ordinamento giuridico italiano ed europeo;

Considerato che la comunità di sviluppatori, operatori,  e  utenti
Internet  italiana  si è ampiamente allargata,  e  in  particolare
strutturata in una varietà di associazioni di varia tipologia;

Valutando  urgente indicare criteri secondo cui  più  la  ampia  e
strutturata  comunità  Internet italiana  possa  partecipare  alle
proprie attività;

Considerata   la   propria  missione  di   formulare   regole   di
registrazione  che siano tecnicamente sensate, compatibili  ovvero
in  accordo con gli standard internazionalmente condivisi, atte ad
agevolare   il  più possibile sia l'accesso alla comunicazione  in
rete senza discriminazioni, in modo stabile, veloce, equo e libero
sia  il  rispetto  e  la  tutela dei  diritti  e  degli  interessi
legittimi legalmente riconosciuti e tutelati tanto degli operatori
e degli utenti quanto di terzi;

Valutando  ancora  valido e meritevole di  rispetto  il  principio
secondo  cui  le attività di registrazione, ovvero di Registration
Authority,  e  quelle  di  regolamentazione,  ovvero   di   Naming
Authority,  siano da affidare ad entità distinte e  reciprocamente
autonome;

                              DELIBERA

1. che gli articoli del proprio Statuto concernenti l'elezione, la
costituzione,  i  compiti,  e  le  responsabilità   del   Comitato
Esecutivo, ovvero in particolare gli articoli [DA SCRIVERE],  sono
abrogati;

2.  che  a  tutti gli effetti i membri della NA eletti al Comitato
Esecutivo  nella  passata  riunione plenaria  dell'Assemblea  sono
considerati decaduti dalle loro funzioni e non sono autorizzati  a
nessun   titolo   ad  esprimere  pareri,  prendere   decisioni   o
partecipare a qualsiasi attività in nome e per conto della NA;

3.  che  i  rimanenti articoli dello Statuto sono modificati  come
indicato nell'allegato A [DA SCRIVERE] di questa delibera al  fine
di  permettere alla NA di svolgere le sue funzioni senza soluzioni
di continuità, limitatamente a situazioni di urgenza, nei prossimi
mesi fino alla prossima riunione plenaria dell'Assemblea plenaria;

4.  che  è costituita  una Commissione per l'elaborazione  di  una
proposta  di  modifica  dello  Statuto  della  NA,  composta   dal
Presidente e da <N2>, <N3>, <N4>, <N5> i cui compiti, da  svolgere
entro e non oltre il 1 Maggio 2004, sono  qui indicati essere:

     4.1.  precisare,  rispetto  agli  standard  internazionali  di
     riferimento, gli
     ambiti  di  competenza  propri della NA,  ovvero  proporre  un
     aggiornamento dei
     documenti    rilevanti   presenti    al    sito    della    NA
     (http://www.nic.it/NA) in un
     linguaggio  tale  da poter essere integrato  nel  testo  dello
     Statuto;

     4.2.  formulare distinti criteri, di tipo generale e astratto,
     in un
     linguaggio  tale  da poter essere integrato  nel  testo  dello
     Statuto, e tali
     che  la loro soddisfazione possa plausibilmente, e senza poter
     dare adito a
     discriminazioni  o valutazioni inique, essere considerata,  ai
     soli fini dei
     compiti  della  NA  e delle competenze nello  spazio  italano,
     condizione
     necessaria e sufficiente per essere qualificati come:

          4.2.1. utente;

          4.2.2. entità rappresentativa degli utenti;

          4.2.3. operatore;

          4.2.4  entità rappresentativa degli operatori;

          4.2.5   entità dedita, primariamente in ambito  italiano,
          alla  elaborazione e/o allo sviluppo e/o alla  promozione
          e/o   alla   diffusione  e/o  alla  adozione   e/o   alla
          divulgazione,   di standard internazionalmente  condivisi
          per la comunicazione in rete;

          4.2.6.   entità,  pubblica  o  privata,   con   rilevanti
          responsabilità   nel   quotidiano   funzionamento   delle
          infrastrutture di rete in Italia;

     4.3.  formulare una proposta articolata di integrazione  dello
     Statuto che fissi la composizione, la durata, i compiti  e  le
     responsabilità,  le  modalità  di  nomina  e  di  revoca   dei
     menmbri,   le   modalità  e  le  procedure  di  funzionamento,
     convocazione, pubblicità e verbalizzazione, e qualsiasi  altro
     aspetto  verrà  ritenuto necessario precisare  statuariamente,
     di un nuovo organo della NA, secondo le seguenti direttive:

          4.3.1 il nuovo organo sarà denominato Comitato Regole;

          4.3.2  i  compiti  e le responsabilità del  nuovo  organo
          saranno  limitati  alla  formulazione  delle  regole   di
          registrazione,  come precisate dalla  stessa  Commissione
          secondo le indicazioni del precedente punto 4.1;

          4.3.3.  il nuovo organo sarà composto da 12 membri  e  le
          modalità  di nomina e revoca saranno tali che, secondo  i
          criteri  e  le  definizioni  che  la  stessa  Commissione
          formulerà  secondo  le indicazioni del  precedente  punto
          4.2,

            4.3.3.1.  sarà prevista una equa e chiara procedura  di
            accreditamento delle entità che ritengono di soddisfare
            i  criteri  per  i  casi dei precedenti  punti  4.2.2.,
            4.2.4., 4.2.5, 4.2.6; e

            4.3.3.2.  tre posti saranno riservati agli utenti,  tre
            posti  saranno  riservati  agli operatori,  tre  membri
            saranno   indicati,  secondo  criteri   di   competenza
            scientifica,  dalle entità di cui al  precedente  punto
            4.2.5,  tre membri saranno indicati, anche a rotazione,
            dalle entità di cui al precedente punto 4.2.6;


     4.4.  richiedere alle autorità pubbliche competenti, o  almeno
     non  ovviamente  incompetenti, e rendere noto  alla  lista  NA
     nelle  modalità  concordate  con l'interlocutore,  uno  o  più
     pareri  sulla possibile migliore configurabilità istituzionale
     e  giuridica,  all'interno  del  nostro  attuale  ordinamento,
     delle attività di formulazione e stipulazione delle regole  di
     registrazione di nomi a dominio nello spazio italiano;

5.  che  nel  periodo  dal  1 Maggio 2004  al  1  Giugno  2004  il
presidente  si  adopererà  per  la  più  ampia  discussione  delle
proposte  della  Commissione Ristretta e che la prossima  riunione
plenaria  dell'Assemblea  è convocata  per  il  primo  Lunedì  non
festivo di Giugno, alle ore 9.00 in prima convocazione, presso  la
sede che il Presidente comunicherà non oltre il 15 Maggio 2004.

Allegato  A:  DA  SCRIVERE:  Deve  contenere  le  modifiche   rese
necessarie dall'abrogazione del CE, la costituzione di un Comitato
di  Presidenza  di 3 membri, con responsabilità di amministrazione
ordinaria  e straordinaria, le modalità con cui tale Presidente  +
Comitato possono emendare le regole di registrazione, in  casi  di
urgenza, nel periodo transitorio.


b) mozione di nullita' del MoU proposta da Mario Chiari;

Mario Chiari illustra brevemente la sua mozione inviata nei giorni
scorsi sulla lista ita-pe. Il testo completo della mozione è il
seguente:

L'Assemblea  della  Naming Authorithy, riunitasi  in  Pisa,  il  9
Dicembre 2003, Letto il testo del MoU con lo IIT-CNR formulato  ed
approvato dal Comitato Esecutivo nella seduta 27 ottobre 2003;

Letti  gli articoli del proprio Statuto su i poteri di delega  del
Comitato Esecutivo;

Valutando il testo del MoU sopra citato grammaticalmemte ambiguo e
essenzialmente vacuo, non prevedendo lo Statuto della NA un organo
denominato “Policy Board”;

Considerato che una possibile interpretazione del MoU  in  oggetto
sia  che  il Comitato Esecutivo abbia delegato le proprie funzioni
di stabilire le regole di Naming ad organismo esterno alla NA;

Valutando  che  appare che il Comitato Esecutivo  abbia  agito  in
abuso  dei  propri  poteri e senza rispettare i propri  limiti  di
delega;

Valutando comunque l'inutilità del MoU rispetto a qualsiasi titolo
e  circostanza   che  non fosse già adeguatamente  considerata  in
precedenti atti, delibere e impegni della NA,

                              DELIBERA

la  nullità,  a  tutti  gli effetti, della delibera  del  Comitato
Esecutivo  in oggetto, e il non riconoscimento del MoU in  oggetto
come  atto  o accordo a qualsiasi titolo vincolante per la  Naming
Authorithy.


c) mozione relativa alla proposta di non eleggere il CE ed alla
proposta Monti

Andrea Monti illustra brevemente la sua mozione inviata nei giorni
scorsi sulla lista ita-pe. Il testo completo della mozione è il
seguente:

L’Assemblea della Naming Authority Italiana, riunitasi  in Pisa il
9  dicembre 2003, in relazione all’attuale  stato dei rapporti con
la  Registration Authority e con gli interlocutori governativi, ha
espresso le seguenti valutazioni.

Il  c.d.  “tavolo dei domini” di cui si era discusso in  occasione
dell’ultima assemblea, tenutasi a Roma il 20 maggio 2002, non ha a
tutt’oggi ancora prodotto alcun documento ufficiale.
Il  “memorandum  of  understanding”,  discusso  ed  approvato  dal
Comitato  esecutivo della NA riunitosi il 27 ottobre 2003,  impone
alla  NA  di riunirsi entro il 31 gennaio 2004, al fine  di  poter
esprimere  membri del policy board eletti in rappresentanza  della
LIC.
In  considerazione  dell’approvazione del  nuovo  MoU,  il  CE  ha
espressamente  suggerito di tener conto, nella formulazione  delle
candidature  per  il  CE (o Policy Board), “di  una  pluralità  di
rappresentanza di tutte le componenti della LIC”.
Il  Registro ha manifestato la sua volontà, in un prossimo futuro,
di  assorbire  al  proprio interno il Policy Board  che  l’odierna
assemblea   dovesse  eleggere  secondo  i  suddetti   criteri   di
rappresentanza,  purchè ritenuti congrui dal Registro  stesso;  ha
inoltre  espressamente affermato che, qualora  alla  data  del  31
gennaio  2004  la NA non dovesse ancora avere eletto  tale  Policy
Board,  esso  non  si riterrà più vincolato in  alcun  modo  dalle
regole di naming emanate dal Comitato esecutivo della NA stessa.
Un  Comitato  esecutivo, eletto secondo le abituali procedure  NA,
sarebbe  a  questo punto del tutto incompatibile con  quel  Policy
Board  auspicato  dal Comitato esecutivo uscente e  dal  Registro,
principalmente  - tra le altre - per le seguenti ragioni:
   ·   l’elezione del Comitato esecutivo non fornirebbe le richieste
      garanzie di rappresentanza di tutte le principali componenti della
      LIC che si sono occupate di nomi a dominio;
·   alla luce del MoU approvato dal CE del 27 ottobre 2003, il
Comitato esecutivo si vedrebbe costretto ad operare in violazione
dell’attuale statuto della NA, che ne prevede la totale autonomia
dalla Registration
·   Authority;
·   L’elezione di un normale CE comporterebbe inevitabilmente,
alla prossima scadenza del 31 gennaio 2004, la completa perdita di
qualsiasi potere normativo per la NA.
L’elezione  di  un  Policy Board secondo  le  raccomandazioni  del
Registro  e dello stesso Comitato esecutivo uscente comporterebbe,
invece,  la possibilità per la NA di rimanere un valido punto  sia
di   riferimento  che  di  rappresentanza  della  LIC  come  sopra
identificata,  e  di esprimere di conseguenza il proprio  delegato
per il Policy Board stesso.
Gli  Enti  conduttori hanno sin qui svolto un'importante  attività
funzionale  ai fini del contrasto al cybersquatting, ed  è  quindi
opportuno  che  essi  intrattengano rapporti formali  a  carattere
consultivo con il Registro.
In  considerazione di tutto quanto sopra, l’attuale statuto  della
NA  è  ritenuto assolutamente superato dalla realtà dei  fatti  ed
inidoneo a garantire l’ulteriore, efficace sopravvivenza della  NA
stessa. Si rende pertanto necessaria ed indifferibile una radicale
riforma dello statuto stesso.
Viste e considerate tutte le valutazioni sopra esposte,
l’assemblea della NA

                              DELIBERA

di   non  eleggere  il  Comitato  esecutivo;  al  CE  uscente  (in
prorogatio)    resterà    l’esclusivo     compito    di    gestire
l’amministrazione   della   NA  e di predisporre  le  proposte  di
modifica dello statuto, da sottoporre alla prossima assemblea.

di eleggere un Policy Board, di 6 (sei) persone, secondo i criteri
di  rappresentanza della  LIC di cui sopra; tale Policy Board  non
sarà  sottoposto alle attuali regole statutarie previste  per  gli
organi NA, ed avrà il compito di
gestire al meglio la fase di transizione e l’applicazione del  MoU
approvato in data 27 ottobre 2003;

di  eleggere,  oltre al suddetto PB, un delegato  -  esterno  allo
stesso e con sole funzioni consultive - che rappresenti le istanze
e le posizioni degli Enti conduttori nei confronti del Registro;

di  riunirsi  nuovamente entro il 30 giugno  2004  per  l’adozione
delle necessarie modifiche statutarie.

Inoltre l'assemblea DELIBERA:

di  affidare al delegato degli Enti Conduttori la manutenzione  ed
aggiornamento  delle  pagine  relative  agli  Enti  Conduttori   e
Procedure di Riassegnazione nel sito Web del NIC.


Dopo  l’esposizione delle tre mozioni, presentate  rispettivamente
due  da Mario Chiari e una da Andrea Monti, si apre la discussione
prima di passare alla votazione.

Pierfranco Bini chiede ad Andrea Monti se la struttura proposta
del “Policy Board (PB)” sarà quella definitiva.

Andrea Monti ritiene che le sei persone da eleggere nel PB debbano
essere  incaricate di gestire la fase transitoria e l'applicazione
del  MoU, non sottoposto alle regole statutarie fissate per i vari
organi  NA.  Al  termine del processo di transizione  vi  potrebbe
essere  anche la necessità di rivedere le modalità ed il  processo
di  elezione/costituzione del PB stesso.  Propone  altresì  a)  di
affidare al CE attuale il compito di “organizzare il futuro  della
NA”,  b) di avere un delegato presso il Registro, esterno al PB  e
senza  diritto  di voto, per rappresentare, quando necessario,  le
istanze/problematiche degli enti conduttori. Infine ricorda che la
sua  proposta è formulata nel rispetto dello statuto attuale della
NA  e  che anche l’approvazione del MoU da parte del CE è avvenuta
nel  rispetto dello statuto. Conclude evidenziando la  distinzione
netta di funzioni tra CE e PB e la necessità di dar mandato al  CE
di  proporre  le modifiche necesarie allo Statuto e di riconvocare
un’assemblea della NA nei prossimi mesi per proporre una bozza  di
attività di quello che è/sarà la NA.

Mario Chiari non si dichiara favorevole alla proproga dell'attuale
CE   per  continuare  il  lavoro  di  riorganizzazione  della  NA.
Evidenzia  la necessità di far chiarezza sul ruolo e sul  “legame”
delle 6 persone indicate dalla NA nel PB visto il loro inserimento
in un organismo di un ente come il CNR.

Andrea  Monti evidenzia la necessità di arrivare al termine  della
discussione  alla  votazione di una mozione che sia  chiara  nella
definizione  dei  principi  e  nei  ruoli  e  funzioni  dei   vari
organismi. Si dichiara favorevole a esplicitare nella mozione  che
le  6  persone sono parte integrante del PB ed evidenzia il  fatto
che  il  registro  pur  essendo gestito  all’interno  di  un  ente
pubblico  è  una attività di tipo privatistico. Ritiene importante
non  disperdere  il  bagaglio di esperienze della  NA  per  questo
propone  di  cambiare gli scopi ed obiettivi  e  ruoli  della  NA,
cambiandogli  anche nome, rimandando ad un momento  successivo  la
definizione di una bozza di statuto della “nuova NA”.

Ettore  Panella non è favorevole alla smobilitazione  della  NA  e
chiede  che  questa continui ad avere un ruolo per il futuro,  non
gli piace l'organizzazione in gruppi di interesse che a suo avviso
sono  stati  uno  dei motivi che hanno portato alla  disgregazione
della NA.

Enzo  Fogliani,  commenta la proposta di Mario  Chiari  accettando
anche  le critiche, come componente del CE, per aver approvato  il
MoU. Evidenzia infine il fatto che la proposta di Mario Chiari non
è  congruente  con  lo statuto attuale della NA  al  contrario  di
quella avanzata da Andrea Monti.

Claudio  Allocchio evidenzia il fatto che tutte le proposte  vanno
nella falsariga di salvare le origini ed il lavoro fatto dalla NA,
ma che al contempo sono modificate le situazioni al contorno della
NA  rispetto  a  5  anni fa. Ricorda che anche i “politici”  hanno
evidenziato   la  necessità  di  non  perdere  il  patrimonio   di
esperienze fin qui svolto per la NA. Ribadisce che ogni gruppo  di
interesse  ha  scelto autonomamente il/i loro  rappresentanti,  in
analogia  a quanto avviene ad esempio in ICANN, e la necessità  di
lasciare  ad  un  momento successivo la definizione  di  eventuali
strutture  che  li  raccolga.  Conclude  ricordando  inoltre   che
esistono  posizioni  diverse tra i vari ministeri  sul  “controllo
governativo” da esercitare sul registro del ccTLD “it”.

Vittorio  Bertola illustra le motivazioni che lo hanno portato  ad
accettare  di  far  parte del PB ed i suoi  incarichi  all’interno
degli  organismi della NA, esprime il suo non gradimento per  come
si  sono  svolti i lavori intorno al “tavolo dei domini”,  ricorda
che  c'è  un  MoU  firmato e che questo prevede la possibilità  di
vedere interrotto il lavoro della NA dal 31 gennaio. Ricorda anche
che  la  struttura di gruppi di interesse è ormai comune  in  vari
organismi dell'Internet odierno, per la sua esperienza diretta  in
Icann ritiene che il modello sia buono e che possa funzionare  per
il  PB. Ritiene infine che sia ormai irrimandabile il processo  di
revisione  delle regole di naming del ccTLD “it” e che  quindi  vi
sia  molto  lavoro da fare sia per il PB (regole  e  procedure  di
naming)  che  per il CE (definizione di scopi ed obbiettivi  della
“nuova NA)”.

Pierfranco  Bini, supporta la proposta di Andrea Monti, ricordando
che sono anni che auspica una più stretta sinergia tra le attività
di  NA e RA. Personalmente fa un po' fatica a riconoscersi in  uno
dei  gruppi  di interesse che faranno parte del PB e  si  dichiara
disponibile  a  rappresentare gli interessi dei piccoli  operatori
nel PB.

Eusebio   Giandomenico  chiede  maggiori  chiarimenti  in   merito
all’interazione tra la lista ita-pe ed i sei componenti del PB.

Andrea  Monti  ribadisce il fatto che le 6 persone non  hanno  una
relazione  con  la  NA  e  non  sono  vincolate  a  quanto  decide
l'assemblea della NA.

Ignazio  Guerrieri, illustra la sua posizione, molto  vicina  alla
posizione di Vittorio Bertola, ed i motivi per cui lo hanno spinto
a dare la propria disponibilità a far parte del PB. Precisa infine
che non vi sono al momento dei vincoli tra l’assemblea della NA ed
il  PB  e  quindi l'unica cosa che lega l'assemblea ed  il  membro
eletto nel PB non può che essere un rapporto morale di fiducia.

Mario Chiari chiede di avere maggiori dettagli sui passi formali
necessari per la costituzione del PB. Ritiene inoltre che con la
costituzione del PB vengano meno i motivi e gli scopi che sono
alla base della NA. Il lavoro di rappresentanza delle istanze
della LIC avverrebbero attraverso i gruppi di interesse presenti
nel PB.

Andrea  Monti, ricorda che giuridicamente vi è una differenza  tra
il  registro  del ccTLD “it” e il CNR. Gli atti del  registro  non
sono  necessariamente atti giuridici del CNR. Inoltre ricorda  che
la  NA ha basato il suo lavoro sulla sua autorevolezza nel settore
dell’assegnazione dei nomi a dominio del ccTLD “it”  e  visto  che
negli ultimi anni questa è venuta meno occorre pensare ad un nuovo
modello  di  funzionamento. Se la “nuova NA”, tornerà a funzionare
al meglio potrà ambire ad avere di nuovo un ruolo autorevole.

Franco  Denoth si esprime positivamente sulla proposta  di  Andrea
Monti, ma ritiene indispensabile che qualsiasi decisione debba  in
ogni caso essere presa nell’interesse di tutta la collettività del
ccTLD  “it”  e  con  la  massima chiarezza e trasparenza.  Ricorda
inoltre  che  il  ruolo  di  registro del  ccTLD  “it”  è  attuato
nell'ambito e nel rispetto dei regolamenti del CNR, che consentono
agli   istituti   di   svolgere  in  autonomia  attività   rivolte
all’esterno.  Evidenzia che negli ultimi anni è  stato  necessario
intervenire sull’organizzazione del registro per rimanere al passo
con  il  progredire delle tecnologie e con quanto richiesto  dalla
LIC  e  dalla  società in generale e che il livello di  assunzione
delle  responsabilità  è molto aumentato .  Continua  dicendo  che
l'attività  della NA è stata importante e prende atto  che  la  NA
ritiene  oggi di dover riconsiderare i propri scopi ed il  proprio
funzionamento;  peraltro una proposta di “riorganizzazione”  venne
avanzata  dallo  IIT-RA  già  nell'assemblea  del  2001.  Conclude
illustrando  una  possibile  via  attraverso  la  quale  i  membri
designati  dall’assemblea collaboreranno con lo  IIT-CNR.  Ritiene
che,  fatto  salvo il principio di terzietà degli enti conduttori,
l’esistenza di un loro rappresentante faciliterà l’interazione con
il  registro.Infine Denoth raccomanda all’assemblea di  esprimersi
in   maniera  chiara  senza  lasciare  spazio  ad  interpretazioni
ambigue.

Mario Chiari chiede a Franco Denoth di precisare eventuali
obblighi di riservatezza a cui saranno chiamati a rispondere i
membri del PB.

Franco Denoth precisa che i limiti di riservatezza delle decisioni
e  degli atti saranno stabiliti dal PB stesso, nel rispetto  della
legge e della regolamentazione in vigore.
Claudio  Allocchio precisa che le persone indicate dai  gruppi  di
interesse saranno poi nominati/ratificati dallo IIT-RA e  che  per
il proprio lavoro seguiranno le regole e le norme che PB si darà.

Lapo Sergi non concorda per il regime di proroga per l'attuale  CE
e      ritiene      che      vi     possano      essere      delle
incompatibilità/sovrapposizioni con il PB.

Al termine della lunga discussione si procede alla votazione delle
due mozioni presentate da Mario Chiari e di quella presentata da
Andrea Monti con i seguenti risultati:

     Votazione delle mozioni di Mario Chiari:
     Favorevoli 7
     Contrari  147
     Astenuti 1

     Votazione della mozione di Andrea Monti
     Favorevoli 152
     Contrari 3
     Astenuti 0

Franco  Denoth propone di modificare la proposta di  Andrea  Monti
come segue:
“intrattengano  rapporti  formali a carattere  consultivo  con  il
Registro” modificato in:
“intrattengano rapporti a carattere consultivo con il Registro”.

la  modifica  viene  messa  ai voti  ed  approvata  con  una  sola
astensione e tutti gli altri voti favorevoli.


6)     Elezione di Presidente e Vicepresidente.

Claudio   Allocchio  chiede  se  vi  sono  altri  candidati   alla
presidenza  della  NA  oltre a lui stesso ed a  Maurizio  Codogno.
Ettore  Panella  si  candida alla vice-presidenza.  Non  essendoci
altri  candidati e vista l’assenza di Maurizio Codogno, comunicata
da  tempo sulla lista ita-pe, passa a leggere le motivazioni della
candidatura  di  Maurizio Codogno inviata nei  mesi  scorsi  sulla
lista ita-pe.

Claudio  Allocchio,  illustra le proprie idee condividendo  alcune
parti  del  programma  di Maurizio Codogno ed  in  particolare  la
necessità  di  riportare la NA agli scopi originali  per  ridargli
quindi  maggiore  autorevolezza. Ritiene che la “nuova  NA”  debba
sorvegliare che siano mantenuti gli scopi ed i fini che sono  alla
base  del  MoU tra NA e RA e delle decisioni approvate  nel  punto
precedente  dell’odg. Evidenzia la necessità  di  avere  un  vice-
presidente  che  condivide modi e termini della  sua  candidatura,
propone per questo come vice-presidente Giovan Battista Frontera.

Giovan Battista Frontera, dopo aver ricordato quanto da lui  fatto
due mandati fa come vice-presidente accetta la candidatura.

Ettore Panella, illustrando la sua candidatura evidenzia il  fatto
che  sia lui che Giovan Battista Frontera appartengono alla stessa
associazione di categoria e che svolgono la stessa attività (MNT).
Comunica  che  intende mettersi al servizio della lista,  dare  un
contributo  alle modifiche statutarie necessarie alla “nuova  NA”,
propone  che la “nuova NA” torni ad essere un soggetto  autorevole
nel settore dell’Internet.
Dopo l’illustrazione delle candidature si apre una breve
discussione prima di passare alla elezione.

Daniele  Vannozzi, ricorda che in passato la NA ha avuto un  ruolo
autorevole  quando  si è occupata di nomi a dominio  e  non  delle
problematiche dell'Internet in Italia, per questo propone a  tutti
i candidati di tornare ad occuparsi dei nomi a dominio e non delle
politiche dell’Internet in Italia.

Giorgio Giunchi si dichiara favorevole a quanto detto da Daniele
Vannozzi.

Si procede quindi alla votazione per la carica di presidente con i
seguenti risultati:

Claudio Allocchio  voti113
Maurizio Codogno   voti18
Astenuti         24

Si  procede quindi alla votazione per la carica di vice-presidente
con i seguenti risultati:

Giovan Battista Fronteravoti94
Ettore Panella        voti18
Astenuti             43


7)     Elezione di CE o PB a seconda di quanto deliberato sulle
   mozioni di cui al punto precedente.

Claudio  Allocchio propone la lista con i candidati  circolati  in
lista ita-pe nei giorni scorsi.
Si  apre  una discussione durante la quale Loris Marcovati propone
di  inserire  tra  i  candidati anche  Maurizio  Codogno.  Claudio
Allocchio indica, in base alle dichiarazioni fatte sulla lista ita-
pe, che Maurizio Codogno non fosse interessato a far parte del PB.
Non essendoci altri candidati Claudio Allocchio propone di passare
alla votazione dei 6 candidati per il PB proposti in lista ita-pe.

Vittorio Bertola (indicato da Isoc)
Ignazio Guerrieri (indicato dalla NA)
Andrea Mazzucchi (indicato dai MNT)
Gianluca Pellegrini (indicato dai MNT)
Joy Marino (indicato da AIIP)
Francesco Orlando (indicato da Assoprovider)

Favorevoli    147
Astenuti 8

Dopo una breve discussione e vista la candidatura di Enzo Fogliani
come  rappresentante  degli  enti  conduttori  verso  il  Registro
l’assemblea procede alla votazione con il seguente risultato:

Favorevoli    57
Astenuti 98


8)      Discussione sullo stato della NA, sulle possibili  riforme
   interne  e  sulle  prospettive  future;  adozione  di  tutte  le
   delibere consequenziali.

Claudio Allocchio introduce brevemente l’argomento.
Stefano   Trumpy   fa   una  breve  presentazione   sul   panorama
internazionale legato ai nomi a dominio, soffermandosi  su  quanto
avviene in Icann e sulle maggiori problematiche trattate in questo
momento (gestione del DB whois, spam, root-servers, ecc)
Si  apre  una breve discussione durante la quale vengono suggeriti
alcuni  punti/argomenti per la definizione di ruoli e scopi  della
“nuova  NA”  tra  cui  una  coerenza  del  disegno  generale,   il
mantenimento della lista ita-pe, definire i criteri con  cui  sono
formati  ed  eventualmente  accreditati  i  gruppi  di  interesse,
l’ambito di interesse della “nuova NA”, ecc.


9)     Varie ed eventuali.

La riunione termina alle ore 17

Elenco delle Azioni:

   1) Claudio Allocchio e Daniele Vannozzi: aggiornare la lista di
   distribuzione ita-pe a nic.it

   2) Daniele Vannozzi: aggiornare le due liste di distribuzione
   presid a na.nic.it e exec a na.nic.it

   3) Daniele Vannozzi: creare la lista di distribuzione per il
   Policy Board presso il Registro.


Allegato 1 - Elenco Partecipanti

nome                     delegato
-----------------------------------------------------------------
Stefano Cecconi
Raimondo Bruschi
Cassinari Alessandro           Raimondo Bruschi
Giovanni Losi                  Raimondo Bruschi
Angelo Domeneghini       Raimondo Bruschi
Luca La Felra                  Raimondo Bruschi
Sandra Parente                 Raimondo Bruschi
Vittorio Vezzola         Raimondo Bruschi
Corrado Viola                  Raimondo Bruschi
Francesco Orlando
Massimo Artusi                 Francesco Orlando
Miriam Stival                  Francesco Orlando
Franco Bressan                 Francesco Orlando
Guido Deiana                   Francesco Orlando
Gian Carlo Ariosto
Luca Sambucci
Stefano Petroni                Luca Sambucci
Alessandro Bucci         Luca Sambucci
Silvano Riccio                 Luca Sambucci
Alessia Ambrosini
Lelio della Pietra       Alessia Ambrosini
Andrea Monti
Franco Sivilli                 Andrea Monti
Antonio Cilli                  Andrea Monti
Simone Grisenti
Riccardo Losselli
Mario Pisapia
Maurizio Menghini
Maurizio Parodi
Alfredo E. Cotroneo
Anna Boschetti                 Alfredo E. Cotroneo
Ettore Panella
Francesco Beltrano       Ettore Panella
Roberto Picchiottino           Ettore Panella
Alessandro Citarella           Ettore Panella
Antonello Portanova            Ettore Panella
Stefano Panella                Ettore Panella
Eusebio Giandomenico
Enrico Bardi                   Eusebio Giandomenico
Claudio Santini                Eusebio Giandomenico
Daniele Vannozzi
Stefano Renzi                  Daniele Vannozzi *
Enrico Gardenghi         Daniele Vannozzi *
Antonio Colucci                Daniele Vannozzi *
Gian Luca Mattu                Daniele Vannozzi
Monica Arensi                  Daniele Vannozzi *
Roberto Borri                  Daniele Vannozzi *
Giuseppe Gatto                 Daniele Vannozzi *
Andrea Fava              Daniele Vannozzi *
Paolo Alimonti
Loris Marcovati
Emilio Brambilla         Loris Marcovati
Maurizio Codogno         Loris Marcovati
Marco d'Itri                   Loris Marcovati
Liana M. Benassi         Loris Marcovati
Walter Oldoni                  Loris Marcovati
Giuseppe Canale                Loris Marcovati
Mario Chiari
Alberto Zuin
Paolo Chianese                 Alberto Zuin
Stephen Armato                 Alberto Zuin
Giovanbattista Frontera
Federico Giannici        Giovanbattista Frontera *
Ermanno Colazzo                Giovanbattista Frontera *
Stefano Fabio Leone            Giovanbattista Frontera *
Daniele Manini                 Giovanbattista Frontera *
Enrico Giannini
Luca Giacopuzzi                Enrico Giannini
Vincenzo Viscuso
Lapo Sergi
Tullio Andreatta
Felice Balsamo
Lucio Bottini                  Felice Balsamo *
Marcello Cama                  Felice Balsamo *
Valeria Rossi
Paolo Nuti               Valeria Rossi
Sergio Galliano
Fabrizio Bedarida
Gianluca Carobene        Fabrizio Bedarida
Luca Armani
Maurizio Zammataro       Luca Armani (R)
Manuel M. Buccarella           Luca Armani (R) *
Luca Danelon
Laura Abba
Ignazio Guerrieri
Lorenzo Albertini        Ignazio Guerrieri
Claudio Allocchio
Lucio Virzi              Claudio Allocchio
Giulia Vita Finzi        Claudio Allocchio
Claudia Battista         Claudio Allocchio
Gabriella Paolini
Ivano Russo
Sergio Ferrari                 Ivano Russo
Giorgio Lacourt                Ivano Russo
*Giorgio Griffini
Vittore Casarosa
Cristina De Marzi
Maria Luisa Buonpensiere Cristina De Marzi
Giuseppe Loffreda        Cristina De Marzi
Pieremilio Sammarco            Cristina De Marzi
Luca Barbero
Gianni Ferrero                 Luca Barbero
Giovanni Armanino
Gianluca Pellegrini
Antonio Baldassarra            Gianluca Pellegrini
Alfredo Veglianti
Alessandro Nosenzo       Alfredo Veglianti
Maria Rita Sanguigni           Alessandro Miotto (non iscr)
Enzo Fogliani
Marco Angelucci                Enzo Fogliani
Emanuela Quici                 Enzo Fogliani
Caterina Bruno Corbaz          Enzo Fogliani
Francesco Mattioli       Enzo Fogliani
Paolo Zangheri                 Enzo Fogliani
Fabio Salvatori                Enzo Fogliani
Alfredo Antonini         Enzo Fogliani
Raffaele Sperati         Enzo Fogliani
Francesca d'Orsi         Enzo Fogliani
Alfono Spera                   Enzo Fogliani
Andrea Di Camillo        Enzo Fogliani *
Barbara Stefanini        Enzo Fogliani *
Paolo Speca              Enzo Fogliani *
Paolo Furieri
Gianluca Chiti                 Paolo Furieri
Lorenzo Busatti                Paolo Furieri
Andrea Appicciafuoco           Paolo Furieri
Maurizio Parodi
Alessandro Ranellucci
Pierfranco Bini
Antonio Ruggiero
Giuseppe Atorino         Antonio Ruggiero *
Francesco Rizzo                Antonio Ruggiero *
Francesco Merenda        Antonio Ruggiero *
Renato Romano                  Antonio Ruggiero *
Luca Mascardi                  Antonio Ruggiero *
Daniele Piselli                Antonio Ruggiero *
Antonio Sunch                  Antonio Ruggiero *
Davide Repetto                 Antonio Ruggiero *
Rosanna de Rosa                Antonio Ruggiero *
Vittorio Bertola
Antonio Nati                   Vittorio Bertola
Gianluca Navarrini       Vittorio Bertola
Roberto Fantini Perullo
Claudio Corbetta         Chiara Ronchetti (non iscr) *
Giorgio Giunchi
Marcello Piacentini            Alessandro Miotto (non iscr)
Ciro Lanzetta
Donato Molino
Maurizio Martinelli
Lorenzo Luconi Trombacchi
Andrea Mazzucchi
Stefano Trumpy
Mario Ianulardo
Patrizio Menchetti
Franco Denoth
Rita Rossi
Chiara Ronchetti (non iscr)
Isabella Martini (non iscr)
Renato Trombin (non iscr)
-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale è stato rimosso....
Nome:        bozza-verbale-NA-20031209.doc
Tipo:        application/msword
Dimensione:  99328 bytes
Descrizione: non disponibile
URL:         <http://listsrv.nic.it/pipermail/ita-pe/attachments/20031223/97e9b8cd/bozza-verbale-NA-20031209.doc>


Maggiori informazioni sulla lista ita-pe