obbligo di conservare i dati

Mario Pisapia mario.pisapia a TIN.IT
Lun 22 Dic 2003 12:58:43 CET


----- Original Message -----
From: gb frontera <gb.frontera a virtualia.it>
To: <ita-pe a NIC.IT>
Sent: Tuesday, December 23, 2003 11:16 AM
Subject: Buon Natale!


> Corriere della Sera, Martedė 23 Dicembre 2003, pag.8
>
> Oggi il decreto all'esame del consiglio dei ministri. I gestori della rete
> non dovranno cancellare le memorie utilizzabili anche da anti mafia e anti
> terrorismo.
>
> " E mail e Internet, obbligo di conservare i dati per cinque anni ".

Articoli analoghi sono stati pubblicati su altri quotidiani. In ogni caso,
consiglio di leggere il testo direttamente dal giornale, perchč tra copia,
incolla e tagli si rischia di non comprendere fino in fondo la portata delle
nuove norme, che non mi sembrano cosi catastrofiche come possono apparire
dall'introduzione.
Si č cercato di trovare un compromesso tra l'esigenza di tutela della
privacy e l'esigenza di dotare la magistratura di strumenti di indagine pių
efficienti. Il rispetto della privacy, secondo me, non č compromesso dal
fatto che i dati debbano essere conservati pių a lungo, perchč essi possono
essere divulgati o usati in modo improprio a prescindere dal tempo di
conservazione.
Come sempre, il rispetto della privacy č affidato alla correttezza degli
operatori e dei magistrati, che non abuseranno dei poteri conferitigli.

Naturalmente, in attesa di leggere il decreto, queste sono osservazioni
basate sull'articolo.

Saluti
Mario Pisapia



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe