IMPORTANT: Lancio Ansa.

Ettore box a STARNET.IT
Mer 24 Dic 2003 11:04:21 CET


Visto che la questione Armani.it interessa (e mi fa piacere visto che
temevo di essere il solo ad occuparmene) vi aggiorno sulle ultime novità
da punto informatico

http://punto-informatico.it/p.asp?i=46404

Armani.it, informato Stanca

22/12/03 - Flash - Roma - Il senatore dei Verdi Fiorello Cortiana ha
rilasciato una nota in merito allo sciopero della fame di Luca Armani che
si protrae ormai da diversi giorni e che si deve alla vicenda giudiziaria
che lo contrappone alla Giorgio Armani Spa intorno al dominio armani.it.

"Ho informato il Ministro delle innovazioni e delle tecnologie, Lucio
Stanca, della vicenda relativa alla recente sentenza del tribunale di
Bergamo, con cui la multinazionale Armani spa, del noto stilista Giorgio
Armani ha sottratto il dominio armani.it al timbrificio del Sig. Luca
Armani, piccolo artigiano". Così Cortiana racconta le ultime novità sulla
vicenda.

"Il Ministro - spiega Cortiana - mi ha promesso che si interesserà della
questione".

"A fronte di questo importante risultato - continua la nota - chiedo,
ancora una volta, al signor Luca Armani di sospendere lo sciopero della
fame per non arrecare danni alla sua salute e a non darsi per vinto. I
verdi si riconoscono nei valori di quelli che hanno creduto nella
realizzazione della grande rete, capace di annullare le distanze e di
avvicinare gli uomini. Per questo motivo, continueranno questa battaglia
di civiltà a fianco di Luca Armani. Il nostro obiettivo è quello di
riaffermare i valori originari di Internet e il diritto degli utenti e
delle piccole aziende a operare in un sistema equo e non controllato dagli
interessi di gruppi economici molto potenti".

-----
Probabilmente Luca smette lo sciopero al momento
ciao
Ettore





> Fatemi capire, dei problemi relativi ad un nome a dominio e di un povero
> cristo che lo ha registrato secondo le regole da noi decise non
> intendiamo minimamente interessarci (non è obbligatorio criticare le
> sentenze della magistratura, basterebbe far conoscere il nostro punto di
> vista, e spiegare che cosa intendiamo noi per nome a dominio), ma
> dovremmo prendere posizione circa il fatto che gli ISP italiani saranno
> costretti a conservare dei dati a disposizione della magistratura
> (oltretutto gratis) ?
>
> Da cui, semplificando all'estremo, non ci interessano i nomi o le
> persone, ma solo gli interessi degli operatori ?
>
> Non so cosa diventeremo tra 6 mesi, ma ora come ora non siamo messi
> benissimo....
>
> Buon Natale a tutti
>
> Paolo Zangheri
>
>
> Alessandro Ranellucci wrote:
>
>> On 23-12-2003 at 17:13, Paolo Zangheri wrote:
>>
>>  >OK, se questa fosse la posizione della NA, dato che siamo di fronte ad
>>  >una serie di eventi che comprendono, tra l'altro:
>>  >
>>  >1) uno sciopero della fame
>>  >2) l'interessamento da parte di alcuni parlamentari
>>  >3) una campagna mediatica
>>  >
>>  >non sarebbe il caso di rendere nota la nostra "non posizione" ?
>>
>> Io sono contrario: non è compito della NA prendere posizioni e criticare
>> eventuali errori della magistratura, nemmeno in difesa di ipotetici
>> princìpi non scritti che dovrebbero animare l'assegnazione di nomi a
>> dominio. Non mi piace molto questo gioco per cui la NA, pur non
>> esistendo più, continua ad esistere occupandosi di tutt'altro.
>>
>> Se ne occupi piuttosto Società Internet, per fare un esempio.
>>
>>
>> --
>> Alessandro Ranellucci  (HOSTING CENTER)           <alex a primafila.net>
>> Ph. +39 06 6788489 - Fax +39 06 23315902 - http://www.hostingcenter.it
>>
>>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe