Solleviamo il coperchio ... di quale pentola si parla?

Francesco ORLANDO tech a RCART.COM
Gio 6 Feb 2003 12:34:08 CET


Ciao Tullio,

----- Original Message -----
From: "Tullio Andreatta" <tullio a LOGICOM.IT>
To: <ITA-PE a NIC.IT>
Sent: Thursday, February 06, 2003 11:35 AM
Subject: Re: Solleviamo il coperchio ... di quale pentola si parla?


<cut>
| E anche se il CT si mettesse davvero a scrivere le regole, non lo fara'
| come il CE attuale, perche' chi siedera' nel CT non avra' di fronte una
| assemblea di esperti a fargli *PUBBLICAMENTE* le pulci ogni volta che
| scantona.
<cut>

non me ne preoccuperei piu' di tanto...

ma solo per il fatto che,
per fare pubblicamente le pulci a chicchessia,
non abbiamo certo bisogno di "farlo prevedere da uno statuto"...

mi sbagliero',
ma "mi pare" che questa possibilita' sia sancita *piu' in alto*
dalla Costituzione Italiana... ;-)

| Che cosa manca allora nello statuto? Il pubblico confronto. L'approvazione
| degli esperti. La responsabilita' di fronte ai colleghi. In soldoni, manca
| il rough consensum.
|

OT:
questo,
ad onor del vero,
manca anche nel *nostro* Statuto NA...
Solo il Presidente ha un *effettivo potere di veto*
nei confronti delle delibere del CE....
[l'Assemblea interviene solo dopo un secondo veto su di una decisione!]
/OT

per il futuro, stanne certo,
ci inventeremo il "rough dissentium"
e faremo le pulci a *qualsiasi* decisione del futuro CT...
...anche se cio' non sara' *espressamente autorizzato*
e nemmeno "previsto" dal futuro Statuto! ;-)
[...e non venirmi a dire che nessuno ci dara' ascolto!!!]

quindi...che problema c'e'?
:-)

ciao
Francesco



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe