nomi internazionalizzati

Vittorio Bertola vb a BERTOLA.EU.ORG
Gio 13 Feb 2003 10:44:08 CET


On Wed, 12 Feb 2003 23:44:39 +0100, you wrote:

>On 12-02-2003 at 17:30, Vittorio Bertola wrote:
>
> >Personalmente sarei per stabilire l'equivalenza a coppie tra le vocali
> >con accento acuto e grave.
>
>Per "equivalenza", se non sbaglio, intendiamo il divieto di registrare
>uno dei due caratteri possibili. Per città.it e forlì.it il problema non
>si pone perché la pronuncia della vocale non cambia, ma non sarebbe
>giusto costringere il comune di Fossò (provincia di Venezia) a
>registrare fossó.it, che ha altro suono ed è quindi scorretto.

Veramente io parlavo di equivalenze: secondo me chi registra caffè.it
dovrebbe avere in omaggio caffé.it: in omaggio, perche' le query sulla
zona .it vengono preprocessate in modo che caffè.it e caffé.it
diventino la stessa stringa xn--qualchecosa.it prima di effettuare la
query vera e propria.

(Ed effettivamente dare un diritto di prelazione a chi ha gia'
caffe.it potrebbe essere una buona idea.)

>Pur non avendo le idee chiare, propongo di non operare restrizioni sui
>caratteri accentati in quanto tali, ma di vietare la registrazione di un
>dominio che -tolti gli accenti- già esiste.
>
>In pratica: se esiste università.it, nessuno se non il suo assegnatario
>può registrare universitá.it o universita.it.

A questo punto basta creare equivalenze a terne (es. e, è, é), anche
se non so come funzioni l'equivalenza verso caratteri ASCII normali.
--
vb.                  [Vittorio Bertola - vb [at] bertola.eu.org]<---
-------------------> http://bertola.eu.org/ <-----------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe