nomi internazionalizzati

Ettore Panella box a STARNET.IT
Gio 13 Feb 2003 12:53:45 CET


aderisco a questa proposta che mi sembra molto sensata

> E ricordiamoci anche che se affronteremo il problema, si dovra'
> anche decidere se "unità.it" dev'essere considerato equivalente
> a "unita.it" anche se si pronuncia diversamente, ad esempio (e
> allo stesso modo agora.it - agorà.it, forlì.it - forli.it, ecc..); per
> non parlare poi di riprendere in mano nomi tipo N1C.IT
> (con l'uno al posto della I, per gli sbadati) e cose cosi', che
> andrebbero regolamentati gia' da ora ...
>
> Ecco la mia proposta (informale, per ora):
> 1) i nomi che graficamente si possono confondere NON sono equivalenti
>    e possono quindi essere assegnati anche a entita' differenti;
> 2) essendoci la possibilita' di confusione, facciamo si' che
>    chi ha registrato per primo uno di tali nomi abbia un "diritto
>    di prelazione" sui nomi simili: viene avvertito, se decide che il
>    nome e' troppo simile al suo lo registra lui (entro un termine
>    massimo di 15-30 giorni);
> 3) se i nomi simili sono piu' di uno, tutti gli assegnatari vengono
>    avvisati e la precedenza nella registrazione viene data, tra tutti
>    quelli che vogliono usufruire della "prelazione", a quello che ha
>    registrato il nome simile per primo;
> 4) se il richiedente originale ha qualcosa da ridire, puo' proporre una
>    PDR "tipo 2" con cui opporsi alla "prelazione" [le regole a cui
>    assoggettare questo tipo di PDR sono tutte da decidere, ovviamente];
>    stessa possibilita' se si tratta di uno dei "sorpassati" di cui al
>    punto 3.
>
> Aspetto commenti.
> Saluti.
>
>
> --
> Tullio Andreatta          Finmatica S.p.A.    http://www.finmatica.com/
>           Sede operativa: Via Sorbanella, 30 - I-25100 Brescia ITALY
>
> Disclaimer: "Please treat this email message in a reasonable way, or we
>     might get angry" ( http://www.goldmark.org/jeff/stupid-disclaimers
>     )



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe